Il fondo Rivage Epam sarà quotato in Borsa Italiana da giovedì 14 gennaio

A
A
A
di Finanza Operativa 12 Gennaio 2016 | 16:30

L’asset manager indipendente Rivage, fondato nel 2010 in Francia e con più di 1,8 miliardi di euro di patrimonio in gestione e consulenza, entra nel mercato italiano quotando su Borsa Italiana il fondo azionario a gestione attiva Rivage EPAM (Equity Performance Adjusted Model). Da giovedì 14 gennaio 2016, il fondo Rivage EPAM, che rappresenta una delle più importanti expertise della società, sarà quotato sul listino di Borsa Italiana dedicato ai fondi attivi. Rivage è il primo player francese a entrare sul mercato italiano dei fondi attivi quotati a Piazza Affari. Il fondo ha commissioni di gestione dell’1,55% all’anno e prevede una commissione di performance del 15%.
“Il fondo Rivage EPAM è unico nel suo genere – ha spiegato Pierre Le Pape, Responsabile della gestione azionaria di Rivage – e consente agli investitori di prendere posizione sul mercato azionario europeo abbinando una selezione di titoli a bassa volatilità con un portafoglio di copertura sistematica realizzato tramite opzioni. Abbiamo scelto la quotazione in Borsa perché vogliamo offrire a tutti gli investitori italiani i benefici della nostra gestione attiva, con i vantaggi, in termini di negoziazione, degli strumenti quotati. Il nostro principale focus rimane sugli investitori istituzionali, ma ritengo che questa strategia difensiva sul mercato azionario europeo possa essere di interesse anche di clienti privati seguiti da consulenti professionali e di investitori autonomi”.
Rivage ha una forte expertise nella gestione attiva e nelle strategie di investimento innovative: la società offre un’ampia gamma di fondi chiusi sul debito di infrastrutture di enti territoriali e pubblici nonché fondi azionari che incorporano strategie opzionali di copertura. Tra gli investitori che hanno scelto Rivage si annoverano più di 40 clienti istituzionali, tra i quali32 assicurazioni ed enti mutualistici e previdenziali, 4 banche, 2 enti pubblici, 1 fondo pensione e 1 associazione di pubblica utilità. Il capitale di Rivage è detenuto al 100% dai suoi dirigenti ed impiegati. Rivage ha selezionato Equita SIM, banca d’affari indipendente focalizzata sulle attività di equity brokerage, come Operatore Incaricato per la negoziazione del fondo Rivage EPAM su Borsa Italiana.
Il fondo viene gestito in modo attivo basandosi sulla strategia proprietaria EPAM (Equity Performance Adjusted Model),che seleziona ogni mese un portafoglio di titoli europei a bassa volatilità aggiustandolo affinché il suo beta sia in linea con quello dell’indice MSCI Europe, benchmark della strategia. Al fine di rafforzare ulteriormente il carattere difensivo dell’investimento, un portafoglio di copertura gestito attivamente viene implementando tramite una vendita sistematica di opzioni call a breve scadenza sull’indice Euro Stoxx 50 con delta 25% e/o 60%.
“La strategia EPAM – ha aggiunto Pierre Le Pape – è stata particolarmente efficace nel massimizzare il potenziale di un portafoglio di azioni europee. Dal suo lancio nel maggio 2014, ha infatti consentito, ogni anno, di mettere a segno una performance netta superiore a quella dell’indice MSCI Europe NR con una volatilità e delle perdite massime ridotte di circa il 30%”. Il fondo viene gestito attivamente da Pierre Le Pape che vanta un’esperienza di 15 anni in Société Générale, dove è stato Managing Director nella divisione derivati, e da Maurice Nadjar, gestore azionario con 18 anni di esperienza, parte dei quali trascorsi in Merrill Lynch e in  Barclays.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Da HANetf un poker di replicanti tematici originali, dalla space economy all’igaming

Etf, Amundi amplia la gamma low-cost Prime ETF a Piazza Affari

Mercati, Aim Italia Conference: al via oggi la quarta edizione

NEWSLETTER
Iscriviti
X