Debito pubblico in calo. Ma è solo una discesa momentanea

A
A
A
di Finanza Operativa 15 Gennaio 2016 | 12:30

A cura di Maurizio Mazziero, Mazziero Research
Il dato del debito pubblico pubblicato oggi da Banca d’Italia si riferisce a novembre 2015 ed è pari a 2.212 miliardi, in linea con le nostre stime che lo davano pressoché invariato rispetto a ottobre.
Forte ripiegamento per il dato di fine anno, che dovrebbe situarsi intorno a 2.167 miliardi, con una riduzione di circa 47 miliardi (la forchetta di confidenza è compresa tra 2.163 e 2.170 miliardi; il dato di fine anno potrebbe scostarsi lievemente di più a seguito di misure occasionali volte a migliorare il valore del finale debito).
Se queste stime venissero confermate ci troveremmo di fronte al minor incremento annuale del debito pubblico (38 miliardi) dal 2008 ad oggi.
Tuttavia a partire dal dato di gennaio, che verrà pubblicato a marzo, il debito tornerà a correre toccando un massimo assoluto a maggio e poi scendere leggermente a giugno in una fascia compresa tra 2.253 e 2.233 miliardi.
Stime-debito-dic-giu2016
Analisi, stime e un’ampia rassegna dei dati economici italiani verranno pubblicati nel 21° Osservatorio dei dati economici italiani in uscita il 17 febbraio prossimo.
Per consultare i numeri precedenti: Indice degli Osservatori trimestrali sui dati economici italiani

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Italia, debito stabile a 2.646 mld. Le stime per i prossimi mesi

Debito pubblico italiano: a giugno potrebbe superare la soglia dei 2.700 mld

Debito pubblico italiano: a giugno potrebbe superare i 2700 miliardi

NEWSLETTER
Iscriviti
X