L’efficienza energetica è la chiave per la crescita

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 20 Gennaio 2016 | 13:00

La domanda di sistemi a basso consumo energetico e l’aumento della fiducia dei consumatori hanno fatto crescere la diffusione dei sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria (HVAC, Heating, Ventilation and Air Conditioning). I proprietari di casa e gli utenti finali dei settori delle costruzioni e del commercio cercano sempre più soluzioni innovative per sostituire le proprie apparecchiature. Di conseguenza, i fornitori di sistemi HVAC stanno diversificando la propria offerta relativamente alla progettazione e alla tecnologia dei prodotti.
Una recente analisi di Frost & Sullivan, intitolata Analysis of the Global HVAC Equipment Market, rileva che il mercato ha prodotto entrate per 80,67 miliardi di dollari nel 2014 e stima che questa cifra raggiungerà quota 108,93 miliardi di dollari nel 2020, nonostante il mercato sia già maturo. Lo studio riguarda apparecchiature unitarie, apparecchiature applicate e sistemi di refrigerazione, pompe di calore e sistemi non canalizzati. Anche se le apparecchiature unitarie dominano il mercato, perderanno quota rispetto ai sistemi non canalizzati nel periodo di previsione.
Per i produttori di sistemi HVAC, restare al passo con le tendenze di mercato come l’adozione di tecnologie intelligenti è fondamentale per conquistare quote di mercato. Anche l’espansione dei canali di vendita attraverso alleanze e acquisizioni favorirà gli operatori del settore.
“I produttori di sistemi HVAC stanno ricorrendo al consolidamento per stabilire una presenza più forte sul mercato, – afferma Aanchal Singh, analista di Frost & Sullivan. – Rispecchiando la maggiore integrazione di apparecchiature e tecnologia, si prevede che le case produttrici si affiancheranno alle aziende tecnologiche più piccole per costituire unità di business HVAC più forti e offrire soluzioni chiavi in mano.”
Oltre al consolidamento del mercato, i principali produttori dovranno fare i conti con i consumatori commerciali e istituzionali con budget limitati che tendono a preferire prodotti con bassi costi iniziali rispetto a quelli con bassi costi per l’intero ciclo di vita del prodotto e possibilità di produrre un risparmio a lungo termine.
“Sarà necessario colmare il divario di conoscenza dei consumatori riguardo alle mutevoli complessità dei sistemi HVAC e i loro benefici a lungo termine, – conclude Singh. – Mantenere relazioni durevoli con gli appaltatori, tempi di consegna impeccabili e solidi servizi di supporto sarà un componente essenziale per il successo delle case produttrici.”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X