Cosa aspettarci dal Consiglio della Bce

A
A
A
di Finanza Operativa 21 Gennaio 2016 | 14:00

di Franck Dixmier, Global Head of Fixed Income Allianz GI

Sebbene non ci attendiamo che sia annunciata alcuna flessione nella politica monetaria da parte della BCE in occasione del Consiglio che si riunirà oggi, crediamo che il Presidente Mario Draghi coglierà questa occasione per affermare nuovamente l’impegno e la risoluzione della Banca Centrale nel rispondere alle sfide poste dal contesto economico e finanziario, che ha registrato profondi cambiamenti dalla fine del 2015.

Di fronte ad un elevato rischio di deflazione, il compito di Mario Draghi sarà quello di convincere i mercati della capacità della BCE di intervenire poiché – per l’effetto combinato di minore crescita in Cina, debolezza del Renminbi e il forte collasso del prezzo del petrolio – le aspettative di inflazione nell’Eurozona sono state fortemente riviste al ribasso, quasi ai livelli visti prima del QE, invalidando le ultime previsioni di inflazione della BCE. Cambiamenti di questa portata potrebbero stimolare una forte risposta in termini di politica monetaria.

L’ultimo incontro del Consiglio nel mese di dicembre aveva senz’altor deluso gli investitori. Tuttavia, astenendosi dall’intraprendere azioni, la BCE ha conservato margine d’azione per implementare un QE più aggressivo, avendo cosi spazio per intervenire e cogliere l’obiettivo di stabilità dei prezzi nel medio periodo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Le tre variabili per la Germania

Asset allocation, obbligazioni: le differenze che occorre considerare

Mercati: fin che la barca va…

NEWSLETTER
Iscriviti
X