Usa, la crescita nel quarto trimestre potrebbe deludere

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 22 Gennaio 2016 | 16:05

A cura di David Basola, Responsabile per l’Italia di Mirabaud Am
Mentre continuiamo a prevedere che la crescita economica degli Stati Uniti abbia rallentato nell’ultimo trimestre, non riteniamo che una reale recessione sia probabile. La debolezza della crescita può essere fatta risalire ai dati riguardo al commercio e al comparto manifatturiero. Per noi è più preoccupante la tendenza al ribasso nei consumi. I consumi reali hanno rallentato verso la fine del 2015, anticipando una rapida decelerazione nella crescita totale del Pil, a circa lo 0,5%. Le vendite al dettaglio core sono diminuite dello 0,3% il mese scorso, con nette revisioni al basso per i mesi precedenti.
Questi risultati, insieme con la maggior debolezza delle vendite di autovetture, indicano che la spesa reale per i consumi ha rallentato a circa il solo 2%, molto meno del 3% visto durante il terzo trimestre del 2015. Gli ultimi dati contradicono dati macro economici altrimenti molto solidi – tra cui una forte crescita del mercato del lavoro, bassa inflazione e minori prezzi del petrolio – così come il continuo aumento della fiducia da parte dei consumatori. Sicuramente, l’indagine sui consumi dell’Università del Michigan della scorsa settimana indica un continuo miglioramento, anche nelle attese per il futuro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Te la do io l’America, ora i consumatori cinesi preferiscono i brand domestici

Il futuro del commercio e la caring economy: i trend dei consumi da non perdere nel 2021

Consumi, chi vince e chi perde fra Thanksgiving e Natale

NEWSLETTER
Iscriviti
X