5 cose da considerare quando si sceglie una nuova piattaforma di trading

A
A
A
di Finanza Operativa 28 Gennaio 2016 | 13:30

Il web pullula di piattaforme di trading online che, almeno in apparenza, riescono a soddisfare le più profonde e specifiche esigenze degli investitori italiani. Ma è davvero così? E, soprattutto, quali sono le “cose” essenziali da considerare quando si procede a scegliere la propria nuova piattaforma per il trading online?

L’elenco delle determinanti che potrebbero orientare le preferenze di ogni trader verso l’uno o l’altro servizio è piuttosto esteso. Così come estese sono le variabili soggettive che ogni trader potrebbe individuare per poter arricchire il proprio panorama di alternative. Abbiamo tuttavia voluto sintetizzare i 5 privilegi più comuni e frequenti, in una mini-guida a vostra disposizione. Per un maggiore approfondimento, consigliamo di visitare il sito http://www.osservatoriofinanza.it/piattaforme-finanziarie.

Facile

Il primo elemento, prioritario rispetto agli altri, è legato alla facilità. Anche se è giusto e doveroso che la piattaforma di trading online soddisfi anche i desideri più nascosti dei trader più esperti e avanzati, è necessario che il suo utilizzo sia semplice, e che le opzioni di personalizzazione e di analisi siano gestibili in maniera elementare. Per testare la facilità, è sufficiente usare per qualche ora (o minuto, in alcuni casi!) la piattaforma fruibile con un conto demo. Riuscirete a farvi una completa idea su cosa sia meglio o peggio e, oltre tutto, potrete impratichirvi con i segreti del trading, applicando nel concreto la vostra strategia di investimento.

Personalizzazione

Il secondo punto sul quale è bene soffermarsi quando si sta scegliendo una nuova piattaforma di trading è legata alla possibilità di personalizzare il suo utilizzo. Per quanto la maggior parte delle piattaforme permettano di utilizzare delle opzioni standardizzate, è opportuno che vi accertiate che la piattaforma per il trading online abbia anche la possibilità di poter essere gestita in modo flessibile e declinabile sulle vostre caratteristiche di trading. Anche in questo caso, un piccolo test con un conto demo potrà sollevarvi da dubbi e interrogativi.

Informazioni

Un terzo elemento sul quale è necessario soffermarsi è relativo all’ampiezza e profondità del patrimonio informativo che il broker è in grado di donarvi. Vi permette di analizzare un database recente (pochi giorni, settimane o mesi) o vi fa effettuare analisi storiche lungo gli anni? Vi permette di sapere solo prezzi massimi, minimi e volumi di transazioni sul singolo titolo, o vi consente di mixare adeguatamente tutti gli spunti di analisi tecnica e analisi fondamentale di cui avete necessità? Chiarite questo aspetto in maniera preventiva: di norma la piattaforma di trading che non ha “timore” di esporsi sotto tale aspetto, è anche quella che promuove gli elementi informativi in modo chiaro e visibile.

Modalità di accesso

È probabile che non effettuerete il trading dal solo computer domestico. E, dunque, è fondamentale che la vostra piattaforma di trading consenta di essere facilmente utilzzata su altri PC, su tablet e smartphone. In ogni caso, tutte le modalità di accesso al vostro conto dovranno essere semplici e intuitive, permettendovi di replicare su ogni dispositivo la stessa esperienza di trading.

Italiano

Anche se oramai la lingua non rappresenta più un ostacolo per tantissimi investitori, è preferibile che la propria piattaforma di trading sia localizzata in italiano, e che italiani sia una sede nazionale del broker (o un suo ufficio di assistenza), il forum, la community, e così via.

E voi che ne pensate? Quali sono gli elementi sui quali ponderate la vostra scelta per la migliore piattaforma per il trading?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X