Fib in piacchiata. E il possibile mini-rimbalzo non dovrà illudere

A
A
A
di Finanza Operativa 9 Febbraio 2016 | 17:30

Fib ancora in cerca di un valido livello di supporto. Il future sull’indice Ftse Mib, ha infatti oggi violato anche la soglia tecnica e psicologica dei 16.000 punti disegnando la decima candela nera consecutiva e spingendo tutti i principali indicatori e oscillatori in un profondo ipervenduto.

Non escludendo a priori un possibile prossimo rimbalzo tecnico dei corsi (limitato però, molto probabilmente, al breve periodo) verso quota 16.500/16.650, il potenziale mini-recupero non on dovrà comunque illudere: il trend di fondo resterà impostato al ribasso, a meno di un incrocio al rialzo con la media mobile a 21 giorni, al momento passante per quota 18.420, un livello che non sembra proprio essere a portata di mano per ora.

Operativamente, al ribasso i prossimi target sono invece individuabili in area 15.650/15.500 punti prima e a ridosso dei 15.300 punti successivamente.

Con circa 5.500 punti base in meno rispetto alla chiusura dell’ultima seduta del 2015, quanti avessero aperto a fine discenbre un contratto short sul Fib, il future sull’indice Ftse Mib, a oggi si ritroverebbero con 27.500 euro in più in portafoglio (al lordo delle tasse e dei costi delle operazioni di compravendita).

G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Fib

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti