Immobiliare italiano: col ribasso dei prezzi si acquista una camera in più

A
A
A
di Finanza Operativa 18 Febbraio 2016 | 14:00
Negli ultimi anni il mercato immobiliare ha visto i prezzi scendere progressivamente e questo ha comportato un cambiamento anche a livello di richieste. Lo dice l’Ufficio Studi di Tecnocasa, analizzando il trend della domanda e della disponibilità dal 2013 al 2015.
Considerando le tipologie immobiliari domandate dai potenziali acquirenti nelle grandi città, dal 2013 in poi si nota una diminuzione progressiva delle percentuali sui tagli più piccoli come monolocali e bilocali. Al contrario, si segnala un aumento per le tipologie più ampie, dal trilocale in poi. Questo è avvenuto proprio a causa del ribasso dei prezzi che ha reso possibile l’acquisto di immobili più ampi, soprattutto il trilocale, scelto da tante giovani coppie che hanno saltato la classica fase in cui si acquistava prima il bilocale per poi passare all’appartamento con una camera in più.
L’analisi della disponibilità di spesa, invece, registra un progressivo aumento nelle fasce più basse, fino a 170 mila € il che significa che è salita la percentuale di persone che hanno voluto o potuto destinare all’acquisto immobiliare meno capitali. E questa è stata una delle cause che ha determinato il ribasso dei prezzi immobiliari e che è stata dovuta soprattutto all’atteggiamento prudenziale attuato dagli istituti di credito a partire dalla fine del 2007.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Immobiliare, il trend delle locazioni residenziali

Immobiliare: ecco chi sono gli acquirenti e i venditori

Mercato immobiliare italiano: +40% nel primo semestre

NEWSLETTER
Iscriviti
X