Da Société Générale due nuovi certificati a leva fissa +5x e -5x sul petrolio Wti

A
A
A
di Finanza Operativa 19 Febbraio 2016 | 12:30

Société Générale, leader su Borsa Italiana dei certificati a Leva Fissa con una quota di mercato del 75%, ha ampliato la gamma dei suoi certificati sul petrolio e – a fianco dell’esistente range sul Brent (il petrolio del Mare del Nord) – quota due nuovi certificati a Leva Fissa sul Wti (West Texas Intermediate), offrendo così strumenti di trading su entrambi i benchmark dell’oro nero più utilizzati a livello internazionale.

A partire dal 16 febbraio sono in quotazione sul segmento SeDeX di Borsa Italiana due nuovi SG Certificate a Leva Fissa +5x (long, codice Isin XS1290048195) e -5x (short, Isin XS1290047544) sul petrolio WTI. Con questi prodotti è possibile prendere posizione sull’andamento del Future sul WTI Crude Oil, replicandone indicativamente (al lordo di costi, imposte ed altri oneri) la performance giornaliera moltiplicata per la leva +5x o -5x.

Marcello Chelli, Co-Head Public Distribution di Societe Generale in Italia, ha affermato: “Da tempo Societe Generale offre Certificati a Leva Fissa sul Brent e l’attuale apertura al WTI ci consente di offrire agli investitori una gamma più completa di strumenti efficienti”.

Al contempo è opportuno rammentare che un andamento particolarmente avverso del sottostante, unito ad una leva elevata, può comportare una notevole riduzione del prezzo del certificato, fino quasi ad annullarlo. “Un certificato con un prezzo estremamente basso – spiega Chelli – è inevitabilmente inefficiente, in quanto non abbastanza reattivo all’andamento del sottostante. La ragione di tale inefficienza è meramente tecnica in quanto la piattaforma di negoziazione di Borsa Italiana non consente una variazione minima del prezzo delle proposte di negoziazione inferiore a 0,0001 euro. Ne consegue che una gamma di Certificati a Leva Fissa elevata deve essere necessariamente oggetto di una manutenzione costante che comporti il delisting/liquidazione degli strumenti con prezzo vicino allo zero e la quotazione di strumenti in sostituzione con prezzo adeguato”.

Al riguardo Societe Generale ha deciso di procedere al rimborso anticipato del Certificato SG OIL +5x Daily Leverage Certificate (ISIN IT0006725490), che ha ormai raggiunto un prezzo estremamente basso, pari a 0,0009 euro. Il rimborso, fissato per il 28 Aprile 2016, è stato annunciato il 20 gennaio attraverso un avviso di Borsa Italiana (con contestuale caricamento sul sito di Societe Generale) e porterà al delisting del certificato a partire dal 20 Aprile 2016.

Da notare che l’offerta di certificati a Leva Fissa di Societe Generale sul petrolio non è impattata in quanto, oltre alla recente quotazione dei due nuovi strumenti sul WTI, rimangono quotati su Borsa Italiana due Certificati a Leva Fissa +5x e -5x sul Brent.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati: Vontobel nomina il nuovo responsabile per l’Italia

Certificati, da Vontobel una serie di Mini Future sui diritti di emissioni di carbonio

Certificati, da Cirdan Capital un prodotto sulle new entry del Dax

NEWSLETTER
Iscriviti
X