EdR lancia fondo a scadenza in bond societari: rendimento atteso al 3,8%

A
A
A
di Finanza Operativa 24 Febbraio 2016 | 15:30

Edmond de Rothschild Asset Management ha lanciato un nuovo fondo a scadenza che investe in obbligazioni societarie. Millesima 2021 consentirà agli investitori di beneficiare delle condizioni favorevoli sui mercati corporate. Il debito high yield europeo, principale focus del fondo, dovrebbe andare particolarmente bene.
Il fondo è stato lanciato il 25 gennaio 2016 e il periodo di sottoscrizione si chiuderà il 30 giugno 2016. Si tratta di un portafoglio buy & hold con scadenza 31 dicembre 2021. Di norma le posizioni saranno detenute fino alla scadenza. Millesima 2021 punta a un rendimento annuo del 3,8% (azioni C e D) al netto delle commissioni nell’orizzonte di investimento consigliato. Investe principalmente in obbligazioni societarie denominate in Euro con una preferenza per i titoli high yield (strumenti speculativi con un maggiore rischio emittente). La percentuale di bond a basso rating (tra CCC+ e CCC- o equivalente in base alla procedura di calcolo del rating proprietaria) in portafoglio non può superare il 10%.
Il fondo prevede la detenzione fino alla scadenza della strategia a dicembre 2021 e presenta una diversificazione a livello di emittenti e settori al fine di limitare il rischio di concentrazione. Nel contesto attuale, caratterizzato da tassi di interesse bassi, se non addirittura negativi, e da un’elevata volatilità degli asset rischiosi, gli investitori sono alla ricerca di soluzioni di investimento che offrano visibilità e rendimenti e Millesima 2021 intende proprio andare incontro alle loro esigenze. Il fondo intende sfruttare i rendimenti allettanti sul mercato dinamico delle obbligazioni societarie high yield in Euro, seppur a fronte dell’assunzione di maggiori rischi. Inoltre, il team di investimento ritiene che al momento le società europee possano beneficiare di un contesto nel complesso positivo. La flessione dell’Euro e i tassi di interesse ai minimi favoriranno, infatti, un ulteriore aumento dei margini aziendali.
Il segmento high yield gode di importanti fattori di sostegno, tra cui crescita economica moderata, un’inflazione molto bassa e un estensione del programma di acquisto di titoli della Banca Centrale Europea. La rete di salvataggio della  BCE e la solidità delle società europee hanno fatto crescere la fiducia nel debito high yield, caratterizzato da una  minore sensibilità alle oscillazioni dei tassi di interesse rispetto ad altre categorie di obbligazioni e da rendimenti più interessanti. Il mercato europeo offre al momento una cedola media del 6% e un rendimento medio del 5-6%.
Il mercato europeo high yield ha assunto un ruolo fondamentale sia per gli emittenti che per gli investitori e presenta ora una maggiore diversificazione. Gli emittenti sono oggi oltre 300, il quadruplo rispetto a solo cinque anni fa. Storicamente, i tassi di riferimento bassi portano a una riduzione dei costi di finanziamento per le società e, visto l’aumento della disintermediazione bancaria, è sempre più probabile che le aziende cerchino di finanziarsi sui mercati. Inoltre, al momento, i tassi di default sono al di sotto della media storica (3% in Europa rispetto al 6% degli USA). L’attività sul mercato primario si conferma intensa. Il 2014 ha fatto segnare emissioni record (oltre EUR 84 miliardi) e tale trend è proseguito anche nel 2015, seppur con emissioni nette inferiori. In più, negli ultimi mesi si è verificato un miglioramento dei rating. Si prevede che nel 2016 le nuove emissioni ammonteranno a circa EUR 60 miliardi. Trattandosi di un mercato molto eterogeneo, è fondamentale un approccio selettivo.
Edmond de Rothschild Asset Management è un pioniere nell’ambito dei fondi a scadenza in Francia e dal 2009 ha lanciato sei fondi. Inizialmente i fondi erano investiti al 100% in titoli investment grade (Millesima 2012), ma alcuni anni fa, in seguito al calo dei rendimenti, è iniziato un graduale passaggio all’high yield. Siamo convinti che soluzioni di investimento di questo tipo siano la scelta giusta nell’attuale contesto di bassi tassi di interesse ed elevata volatilità.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bond high yield in euro, un’oasi per i cercatori di rendimento

Siamo tornati al 2016?

High Yield europeo interessante, anche per gli americani

NEWSLETTER
Iscriviti
X