Fincantieri sigla un accordo in Cina e prova a invertire rotta a Piazza Affari

A
A
A
di Finanza Operativa 2 Marzo 2016 | 17:00

Fincantieri (che segna al momentop a Piazza Affari un rialzo del 2% circa) ha siglato a Shanghai con Huarun Dadong Dockyard un accordo di cooperazione esclusiva nell’ambito delle riparazioni e trasformazioni navali volto a servire le navi da crociera che hanno come base operativa la Cina.

Il Ministero Cinese dei Trasporti (Mot) prevede che la Cina sarà nei prossimi anni il secondo mercato crocieristico al mondo dopo gli Stati Uniti, sulla spinta della crescita economica, dell’incremento del potere d’acquisto dei consumatori cinesi e della domanda interna in questo settore. Secondo le stime del MOT la Cina potrebbe contare 4,5 milioni di passeggeri entro il 2020, e superare i 10 milioni entro 20 anni, un’espansione che richiederebbe oltre cento navi passeggeri. Le collaborazioni come quelle con Fincantieri sono volte a supportare le politiche di espansione nel settore crocieristico del Mot e l’aumento di tutto il turismo in Cina, che si stima in crescita a 2 cifre ogni anno dal 2014.

Tra il 2013 ed il 2015 il numero delle navi impiegate in Asia è incrementato del 10% attestandosi a 52 unità, appartenenti a 26 brand, con un’offerta di 1.065 crociere. Oltre ad allocare navi di ultima generazione ad hoc per la clientela dell’area, i maggiori gruppi armatoriali che operano in questo segmento stanno anche portando avanti una politica di creazione di brand dedicati e di alleanze con operatori locali.

Dal punto di vista tecnico il titolo Fincantieri potrebbe completare la formazione di un doppio minimo a ridosso di quota 0,303 euro, una figura che favorirebbe un’inversione dei corsi con primi target a 0,338 euro (livello dove transita la media mobile a 50 giorni) e in zona 0,360/0,373. Attenzione però: è essenziale posizionare uno stop loss all’eventuale violazione del supporto a quota 0,300 euro.   G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Fincantieri

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi: accordo di Ubp per la distribuzione con CheBanca!

Investimenti: Mercer ed eVestment ora alleati

Anima e State Street siglano una partnership

NEWSLETTER
Iscriviti
X