Report Operativo: monitoraggio posizione short su Eni

A
A
A
di Finanza Operativa 3 Maggio 2016 | 18:00
Eni si trova inserita in un trend negativo di lungo periodo delineato da una resistenza dinamica ribassista iniziata nell’estate del 2014, quando il titolo quotava circa 20,50 euro. Nel breve orizzonte temporale i minimi storici, segnati a 10,93 euro a febbraio 2016, hanno innescato una reazione e il prezzo è risalito velocemente nel giro di due mesi fino a 14,15 dove ha incontrato la resistenza dinamica sopra citata. Il breakout della scorsa settimana, che aveva fatto salire ulteriormente il prezzo di ENI fino ad un massimo relativo di 14,47 euro, è arrivato con un momentum troppo carico, e il movimento ha originato una classica bull trap (falso segnale di inversione positiva). Il prezzo sta tornando indietro velocemente sotto i 14,00 euro per azione, con un minimo relativo di oggi a quota 13,63 euro.  
Nel Report Operativo n°138 mandato di martedì 26 aprile ai nostri abbonati  si suggeriva di aprire una posizione SHORT (vendita allo scoperto) sul titolo Eni al prezzo di 14,10 euro con stop loss sopra 14,50 euro e primo obiettivo 13,00/13,15 euro, mentre il secondo target è stato collocato a 12,40 euro. Il livello di stop loss è stato sfiorato ma non oltrepassato nella seduta del 29 aprile, e questa settimana il prezzo ha ricominciato a scendere mandandoci in profitto lordo pari al +3,25%. A questo punto spostiamo subito la ricopertura in stop a pareggio sopra a 14,05 euro, in modo tale da conservare un lieve gain per coprire le spese dell’operazione. Obiettivo sempre tra 13 e 13,15 euro.
Puoi ricevere il Report Operativo di XTraderNet al prezzo per l’abbonamento trimestrale di 245 euro oppure al prezzo di 95 euro per un mese. Per ulteriori informazioni visita la pagina dedicata o mandaci una mail qui ([email protected]).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio, le previsioni sul prossimo meeting Opec

Ftse Mib, quota 24.000 non è una chimera. Cinque big cap sotto la lente

Eni allunga il passo in scia al petrolio. I prossimi obiettivi tecnici

NEWSLETTER
Iscriviti
X