Smi a 7.800. Superato ieri il settimo target al ribasso

A
A
A
di Finanza Operativa 4 Maggio 2016 | 09:30

La pausa è durata solo un giorno. Ieri il future sullo Smi ha ripreso infatti la discesa ed è piombato di oltre 150 punti. E non è detto che sia finita. In dettaglio, lo Smi, dopo un avvio a 7.922 – coinciso con il top – ha imboccato nuovamente la via del ribasso, scivolando fino a 7.770 punti e chiudendo infine a quota 7.801 punti. Una candela che ha riportato i corsi sotto la media mobile a 21 sedute, che passa ora a 7.891 punti. La violazione di 7.900 ha portato al raggiungimento del settimo target al ribasso a 7.780 punti. Nel frattempo lo Stocastico veloce è scivolato al di sotto della zona di ipervenduto e anche sotto la sua trigger line.
Dal punto di vista tecnico, lo scenario resta quindi negativa e il prossimo obiettivo resta la chiusura del gap up lasciato lo scorso 13 aprile a 7.717 punti. La tenuta di Continua a legger su FinanzaOperativa.ch.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Svizzera: per Swatch è finito il tempo di essere tra i big dello Smi

Mercati, la Svizzera festeggia gli Europei con un nuovo top a Zurigo. Gli Etf a Piazza Affari

Mercati, Borsa svizzera ancora in rally. Tutti gli Etf a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X