Star Conference 2016: Acotel, “I risultati torneranno positivi nel 2017”

A
A
A
di Finanza Operativa 15 Marzo 2016 | 16:30

“I risultati dell’esercizio 2015 hanno accusato un netto ridimensionamento ma la ragione è che il gruppo sta pesantemente investendo”. Questo l’esordio di Cristian Carnevale, amministratore delegato di Acotel alla Star Conference 2016 di Borsa Italiana, che ha poi spiegato: “Nell’ultimo trimestre dello scorso anno abbiamo completato la piattaforma di programmatig advertising e i circa 100 contratti stipulati nei primi due mesi dell’esercizio in corso confermano la qualità del nostro progetto”.

Non solo. “La posizione finanziaria netta è ancora positiva per 11,6 mln di euro – fa notare Carnevale – inoltre, abbiamo ridotto il numero dei dipendenti e ceduto due società, non più core per il nostro gruppo e il mondo latino-americano e indiano si confermano le aree geografiche più profittevoli per il nostro settore. In Italia stiamo poi aumentando la nostra marginalità”.

Tre le partnership strategiche di Acotel nei campo dei risparmi energetici con Poste Italiane, Bartucci e con Eni. Di rielevo inoltre le collaboraborazioni con Piaggio, Geox e Deutsche Bank. “I nostri competitors sono dei giganti in confronto a noi – avverte l’ad – ma ci siamo ritagliati una nicchia di mercato molto interessante”.

Prospettive “Saranno lanciate cinque nuove applicazioni nel corso del 2016 ha affermato Carnevale – e sempre nel corso dell’anno verranno create delle piattaforme slegate dall’hardware, il che ci permetterà di conquistare un’ulteriore fetta di mercato. Settimana prossima poi parteciperemo alla fiera di Baltimora durante la quale presenteremo un innovativo sistema per la misurazione del consumo di gas domestico”.

Alla luce di questo scenario il management conta di tornare a registrare un Ebitda positivo entro il 2017.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Piazza Affari chiude poco mossa, la calma prima della tempesta?

Piazza Affari: i flop della seduta

Oro e petrolio, due storie profondamente diverse

NEWSLETTER
Iscriviti
X