Ipo, Siti-B&T pronta a sbarcare sul mercato Aim Italia

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 16 Marzo 2016 | 15:15

SITI-B&T, produttore di impianti completi a servizio dell’industria ceramica mondiale, ha annunciato di aver presentato a Borsa Italiana la comunicazione di pre-amissione funzionale all’ammissione alle negoziazione delle proprie azioni ordinarie, delle obbligazioni convertibili e dei warrant su AIM Italia. La società intende utilizzare i proventi derivanti dall’offerta principalmente per finanziarie il percorso di ulteriore crescita del Gruppo sia per linee interne che esterne. L’Offerta Globale prevede un collocamento presso investitori qualificati, italiani ed esteri, e un’offerta al pubblico indistinto in Italia.

Il collocamento terminerà il 24 marzo 2016 e le adesioni, relativamente all’offerta al pubblico, potranno essere raccolte attraverso le filiali di Banca Popolare di Vicenza, BPER, Banca Interprovinciale e le piattaforme on line di Binck e Directa.

Tra i principali operatori italiani nella progettazione e fornitura di linee complete per piastrelle ceramiche e sanitari, SITI-B&T Group si contraddistingue per capacità innovativa ed elevato livello tecnologico, grazie ad un’intensa attività di R&S sviluppata all’interno del Centro Tecnologico di Formigine (Modena), sede della casa madre, nel cuore del distretto ceramico di Sassuolo.

Con oltre 50 anni di storia, il gruppo – al 100% di proprietà delle famiglie fondatrici Barbieri e Tarozzi – opera su scala globale, con un export di circa l’80% del fatturato, tre sedi operative in Italia e un network di otto filiali estere, dislocate in quattro continenti (Messico, Brasile, Spagna, Egitto, India, Indonesia, Cina e Singapore).

Il gruppo copre tutte le fasi tecnologiche del processo ceramico e si focalizza su tre linee prodotto: macchine e impianti per piastrelle; impianti per sanitari (con la linea B&T White); servizi e prodotti post vendita customer care.

Il fatturato consolidato stimato al 31 dicembre 2015 è pari a 171,8 milioni di euro, con una quota export di circa l’80 per cento, e un’EBITDA stimato pari a 17 milioni di euro.

Nell’ambito della procedura di ammissione alle negoziazioni su AIM Italia, SITIB& T Group è assistita da: Banca Popolare di Vicenza quale Nomad e Global Coordinator, SCOA Studio Consulenti Associati in qualità Financial & Legal Advisor, Thymos Business & Consulting come Co-Financial Advisor, BDO in qualità di revisori, Grimaldi Studio Legale in qualità di Consulente Legale e Starclex – Studio Legale Associato Guglielmetti per gli aspetti di Corporate Governance.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azioni Aim, Portobello: presto nuovi investimenti per crescere ulteriormente

Promotica debutta sul mercato Aim Italia

TrenDevice, esempio vincente di economia circolare. L’intervista all’ad Alessandro Palmisano

NEWSLETTER
Iscriviti
X