Effetto Brexit per le azioni William Hill? Sì ma in chiave positiva

A
A
A
di Finanza Operativa 8 Luglio 2016 | 14:00

E’ innegabile che la Brexit abbia segnato in maniera indelebile un momento già piuttosto complesso come il 2016. Da un punto di vista espressamente finanziario, si tratta di un momento davvero topico, attorno a cui ruotano importanti interessi. Da un lato l’anno era iniziato sotto il segno della Federal Reserve con la decisione di alzare i tassi di interesse. Successivamente si è iniziato a parlare in maniera assidua, almeno in certi settori, del probabile Brexit, da parte del Regno Unito. Se ne parlava ormai da tempo, e in effetti per l’Unione Europea, il ruolo di Inghilterra e Gran Bretagna era sempre più scomodo e defilato. Nonostante questo, e visto il grande impegno del premier David Cameron, in tanti pensavano e speravano a un ripensamento, da parte del popolo inglese, come era già avvenuto con il referendum scozzese, in chiave di secessione. Invece questa volta l’imprevedibilità insulare degli inglesi ci ha davvero stupito. Tutto questo ha sicuramente influenzato e caratterizzato i mercati, sia nelle settimane precedenti alla Brexit, sia per quanto riguarda quelle successive. Naturalmente per alcuni settori questi è stato molto più evidente, e ha avuto degli effetti immediati.

Per la compagnia britannica di William Hill, che opera nel settore delle scommesse sportive dal 1934, questo ha sicuramente caratterizzato questo momento. Il titolo azionario però ha retto bene, nonostante sia in fase di volatilità spinta, per quanto riguarda l’ultimo semestre. Ciò però non toglie che sono stati registrati nel corso delle ultime settimane, dei guadagni significativi per quanto riguarda William Hill. Presente nel listino della Borsa valori di Londra, e una delle società fondatrici del FTSE 250, la compagnia britannica di scommesse ha chiuso la settimana con un cospicuo +9.55 che rappresenta uno dei momenti più brillanti per il titolo, almeno entro il 2016.

Questo ancora una volta mostra e dimostra come la finanza e la borsa valori risponda alle volte in maniera imprevedibile e non scontata. Ora, nonostante quasi tutti gli analisti ed esperti finanziari, come Bloomberg, stiano sostenendo a gran voce che le azioni UK perderanno non meno del 10%, stiamo commentando un significativo rimbalzo da parte di molte società, che si dimostrano ancora una volta solide. William Hill, fa parte di queste, ed è facile intuire le ragioni. Il settore del gioco e delle scommesse sportive, nel corso del 2016 ha registrato un grande ritorno e un boom in ottica di spesa, come con il bonus scommesse di William Hill, ad esempio. Dopotutto si tratta di un settore che risponde a regole proprie. Anzi, nonostante il grande allarmismo per via della Brexit, siamo convinti che alcune società alla lunga riusciranno a trarre profitto da questa situazione, e troveranno un modo per svoltare a proprio vantaggio questo momento di grande incertezza e di flessione dei mercati. Dopotutto la Borsa di Londra ha già risposto in maniera più che ottimale, visto che dopo pochi giorni è subito tornata in attivo. Certo, per la sterlina e per alcune aziende ci vorrà del tempo, ma nonostante questo, la grande attenzione mediatica dimostra ancora una volta che in chiave finanziaria i britannici hanno la situazione totalmente sotto controllo.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti