Innexto Re.O.Co, partner per valorizzare i crediti immobiliari residenziali retail

A
A
A
di Finanza Operativa 14 Giugno 2016 | 11:55

Nasce Innexto Re.O.Co. (Real Estate Owned Company), società indipendente da qualsiasi istituto di credito, con l’obiettivo di valorizzare e di gestire gli asset immobiliari posti a garanzia di finanziamento attraverso la partecipazione alle aste e le attività di vendita diretta. Innexto Re.O.Co. è la prima pedina di un Gruppo internazionale che permetterà di intervenire sia con operazioni di cartolarizzazioni sia come service per la gestione dei crediti immobiliari, in particolare retail. Innexto Re.O.Co., infatti, intende sfruttare l’opportunità degli NPL legati al settore immobiliare al fine di valorizzare gli immobili, in particolare quelli residenziali con valori al di sotto dei 300 mila Euro, che necessitano di una gestione particolare e di un’adeguata presenza sul territorio.
Dal 2008 gli NPL in Italia sono cresciuti ad un ritmo del 20% annuo raggiungendo nel giugno 2014 l’ammontare di 333 miliardi di euro, pari al 24% del PIL e al 16,8% del totale dei prestiti. La categoria delle “sofferenze” è quella cresciuta di più ed oggi rappresenta circa la metà del totale degli NPL. Confrontata con la media europea la percentuale di sofferenze italiane è 4 volte maggiore ed è cresciuta ad un ritmo più veloce.
“Rispetto alla classica società immobiliare, – afferma Jacopo Gerosa, Amministratore Unico di Innexto Re.O.Co. – la Re.O.Co. si distingue per il legame diretto o indiretto con il titolare del credito garantito dall’immobile in asta e per la partecipazione all’asta con il preciso scopo di sostenere il valore del bene venduto. Rispetto ad una società di cartolarizzazione o di raccolta – prosegue Gerosa -, la Società rappresenta il mezzo con cui limitare la perdita di valore degli immobili in asta promuovendone la vendita, valorizzandone le caratteristiche e partecipando alle aste e, solo in ultima istanza, aggiudicandosi il bene qualora il prezzo svilisca eccessivamente il valore dell’immobile”.
Negli ultimi anni, le difficoltà di sviluppo delle società immobiliari oltre a quelle delle famiglie, hanno portato a un’esposizione maggiore delle banche a crediti deteriorati. Il risultato è la presenza di un patrimonio immobiliare che, da una parte vede gli investitori che mirano a minimizzare il prezzo e, dall’altra parte, i creditori che desiderano minimizzare le perdite. Innexto Re.O.Co. si inserisce in questo scenario, con l’obiettivo di recuperare il valore che viene disperso a causa delle procedure inefficienti di recupero del credito. La Società acquista e valorizza gli immobili eccessivamente deprezzati rendendoli interessanti per gli eventuali acquirenti.
“Appartenere a un Gruppo indipendente non bancario – conclude Gerosa -, ci dà la possibilità di sfruttare più liberamente le potenzialità del mercato degli NPL senza problemi di conflitto di interessi o di parti correlate. Inoltre, l’internazionalità del Gruppo ci consente di sfruttare le diverse sinergie consentendo, ad esempio, agli investitori stranieri di investire in Italia, non solo direttamente ma anche indirettamente attraverso l’emissione di bond fatti su misura con sottostanti gli Npl. Conseguentemente le banche avranno la possibilità di cedere più agevolmente i propri crediti”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, da Pictet AM un ELTIF sul settore immobiliare

Investimenti, Bankitalia: i prezzi delle case saliranno anche quest’anno

Investimenti: guerra e mercato immobiliare. Le previsioni di Nomisma

NEWSLETTER
Iscriviti
X