Petrolio Wti al test della resistenza statica in attesa del meeting dell’Opec

A
A
A
di Finanza Operativa 22 Marzo 2016 | 10:39

Il petrolio Wti si conferma, almeno per il momento, saldamente al di sopra della soglia tecnica e psicologica dei 40 dollari per barile in attesa di assistere alla riunione straordinaria tra i membri Opec e alcuni membri non-OPEC (tra cui la Russia) in merito alle possibili azioni da attuare per ridurre l’offerta e agevolare così un ulteriore recupero delle quotazioni del greggio.

Nel frattempo, le importazioni di greggio della Cina dall’Arabia Saudita sono aumentate del 20,59% a febbraio rispetto allo stesso periodo dello scorso anno risultando pari a 1,38 milioni di barili al giorno. Le importazioni dall’Iran, invece, sono aumentate dell’1,05% a 537.969 barili al giorno.

Dal punto di vista tecnico il petrolio Wti incontra una significativa resistenza statica in zona 42 dollari, livello al di sopra del quale i successivi target diventerebbero 43,45 in prima battuta e poi quota 45,40. Stop loss da posizione all’eventuale cedimento del sostegno posto a 40 dollari.   G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Petrolio Wti

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X