Report Operativo: monitoraggio posizione su Fca

A
A
A
di Finanza Operativa 13 Luglio 2016 | 18:00

Il trend di lungo periodo di Fiat Chrysler Automobiles è ancora chiaramente ribassista, e la resistenza dinamica che lo delimita passa molto lontana dai livelli attuali, a quota 8,40 euro. Quadro tecnico negativo anche per il medio orizzonte temporale, a partire dallo scorso ottobre 2015, delineato dalla serie di massimi decrescenti che determina una resistenza dinamica passante attualmente a 6,40 euro, e che scenderà da qui a fine settimana attorno a 6,30 euro. Da inizio anno, escludendo le prime due settimane di gennaio, il prezzo di FCA è perfettamente inserito in un trading range compreso tra il supporto statico a 5,00/05 euro e la resistenza individuabile a 7,40, e quindi in una fase sostanzialmente neutra. Il test dei 5,00 euro della scorsa settimana, con minimo intraday a 4,89 euro, ha contribuito ad attirare compratori sul titolo FCA, che ha messo a segno un importante rimbalzo tecnico verso i 6,00 euro per azione, con massimi intraday a 6,085 euro. I segnali che lasciano pensare ad un’inversione di tendenza di medio e lungo periodo sono molti: formazione di un hammer a ridosso dei 5,00 euro seguito da un three white soldiers in concomitanza con la fuoriuscita dello stocastico lento dall’area di ipervenduto. Tuttavia questi segnali dovranno trovare conferma con il superamento della prima resistenza dinamica e della successiva area di resistenza statica posta a 6,50 euro. In questo caso il prezzo di FCA potrebbe tornare verso la parte alta del canale orizzontale sopra individuato, e cioè a ridosso di 7,40 euro. Per il brevissimo termine l’ostacolo dei 6,00 euro potrebbe respingere i corsi del titolo verso quota 5,70 consuccessivo consolidamento su questi livelli prima di un nuovo movimento impulsivo al rialzo.

Nel Report Operativo n°148 mandato lunedì 4 luglio ai nostri clienti, si suggeriva l’acquisto del titolo FCA nell’area di prezzo 5,05/5,10 euro, con stop loss sotto 4,90 euro e obiettivi 5,70 e poi 5,95/6,00 euro. L’acquisto è scattato nella seduta del 6 luglio, ma anche lo stop loss è stato interessato per pochissimi tick, dato che il prezzo è sceso nell’intraday fino a 4,89 euro. Si rende necessaria una precisazione: ricordiamo che il tick minimo per prezzi sotto i 5,00 euro è pari a 0,002 euro, mentre sopra i 5,00 euro il tick minimo cambia a 0,005 euro. Gli stop loss si applicano sempre quando il prezzo limite per lo stop loss stesso viene oltrepassato al ribasso, con un filtro di uno/due tick. Quindi nel caso di FCA lo stop loss indicato sotto 4,90 andava posizionato a 4,898 euro, oppure a 4,896 euro per coloro che preferiscono un filtro leggermente più ampio. Coloro che invece hanno utilizzato un filtro di 0,01, ponendo lo stop loss a 4,89, o addirittura a 4,88 euro, hanno semplicemente sbagliato e si trovano ancora in posizione solamente per puro caso/fortuna. Per questo motivo la posizione verrà ancora monitorata, anche se nel portafoglio e nel track record globale questa posizione sarà conteggiata come stop loss. A questo punto chi è ancora in posizione si trova con un profitto lordo pari al +17,25%, (al prezzo attuale di 5,95 euro) e in ogni caso avrebbe dovuto chiudere la posizione con l’arretramento sotto i 6,00 euro di stamani, e quindi al prezzo di apertura di 5,97 euro, consolidando un profitto lordo del +17,63%. Chi preferisce puntare al prossimo target individuabile in area 6,35/40 euro può mantenere ponendo un trailing profit sotto 5,80 euro in modo tale da bloccare un profitto lordo minimo pari al +14,3%.

Puoi ricevere il Report Operativo di XTraderNet al prezzo per l’abbonamento trimestrale di 245 euro oppure al prezzo di 95 euro per un mese. Per ulteriori informazioni visita la pagina dedicata o mandaci una mail qui ([email protected]).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti