Ftse Mib, come si evolverà il trend e i titoli tecnicamente interessanti

A
A
A
di Finanza Operativa 24 Marzo 2016 | 14:00

Intervista di Davide Pantaleo (TrendOnline) a Gianluigi Raimondi, analista tecnico e co-fondatore di Finanzaoperativa.com del 23 marzo 2016

L’indice Ftse Mib si è mantenuto a galla dopo gli attentati a Bruxelles e sta provando a muoversi nuovamente verso area 19.000. Come valuta l’attuale situazione del mercato e quali sviluppi si attende nel breve?

L’indice Ftse Mib sta ancora registrando un movimento in trading range con limite superiore a 19.000/19.215 punti, top dello scorso 12 marzo, e limite inferiore il minimo di ieri a 18.286 punti.
Per il momento non mi aspetto l’uscita da questo tendenziale movimento laterale, a meno di una decisa rottura al rialzo o al ribasso di uno dei due livelli citati prima. Da segnalare inoltre che i volumi di scambio stanno iniziando a diminuire, complice l’approssimarsi delle festività pasquali.
Fino a quando non saranno violati i due livelli segnalati prima, mi aspetto un movimento laterale con baricentro di oscillazione in area 18.700.

Nel settore bancario quali indicazioni operative ci può fornire per Banca Popolare di Milano e Banco Popolare?

Banca Popolare di Milano si muove in maniera laterale con delle ampie oscillazioni dei corsi. Al momento il titolo sta tentando di incrociare al rialzo a quota 0,7 euro la media mobile a 50 sedute e in caso di esito positivo avremo un target a 0,75 euro in primis e in seguito a 0,78/0,8 euro. L’eventuale incrocio al ribasso della media mobile a 21 sedute che funge da supporto dinamico di breve termine e che al momento transita in area 0,67 euro, favorirebbe una correzione verso 0,62 euro e 0,6 euro. Banco Popolare è molto interessante dal punto di vista grafico perchè potrebbe disegnare un doppio minimo in area 6,3 euro. Nell’ipotesi in cui questo sostegno si rivelasse un valido supporto, il titolo potrebbe beneficiare di un rimbalzo tecnico con obiettivo a quota 8,1/8,15 euro prima, dove passa la media mobile a 50 sedute, per poi superare la soglia dei 9 euro. Sotto i 6,3 euro al contrario si assisterà al raggiungimento di nuovi minimi relativi con discese al di sotto dei 6 euro.

Ci sono dei titoli che più di altri sta seguendo in questa fase di mercato?

Torno a parlare di Finmeccanica visto il buon andamento del titolo che appare graficamente inserito in un trend rialzista di breve termine, ma che potrebbe diventare di medio periodo se sarà confermato il superamento di 11,62/11,65 euro. Oltre questo livello avremo un primo target a 12,3 euro, per poi allungare il passo in direzione dei 13 euro. A chi volesse acquistare Finmeccanica suggerisco di fissare uno stop loss alla violazione del supporto dinamico ascendente che passa in area 10,85 euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, colpo di reni per l’oro

Mercati, il Bitcoin riconquista la vetta dei 40mila dollari. I prossimi target

Mercati, il Fib prova a completare il movimento a V

NEWSLETTER
Iscriviti
X