Morningstar, ecco i vincitori Vincitori dell’European Fund Manager Awards 2016

A
A
A
di Finanza Operativa 27 Aprile 2016 | 13:25

Morningstar ha annunciato i vincitori della 7° edizione dei Morningstar European Fund Manager of the Year Awards, attribuiti partendo dall’analisi qualitativa del team europeo di ricerca di Morningstar EMEA che riconoscono i migliori gestori europei dell’anno. I premi sono assegnati a tre distinte categorie: Azionario Europeo, Azionario GlobaleObbligazionario Europeo.

“Gli awards si fondano sull’analisi qualitativa del nostro team di ricerca, che copre più di 1400 fondi d’investimento disponibili alla vendita in Europa che ottengono l’Analyst Rating, giudizio basato sui cinque pilastri della nostra metodologia”, ha detto Javier Saenz de Cenzano, Director Manager Research Practice EMEA. “Tutti i vincitori dei nostri award hanno dimostrato di essere fund manager di successo e di talento attraverso la loro eccellente gestione del capitale degli investitori nel lungo termine”.

Nel dettaglio, i vincitori dei Morningstar European Fund Manager of the Year Awards 2016 sono:
Morningstar Fund Manager of the Year:

Azionario Europeo
Alexei Jourovski
, gestore del fondo Uni-Global Equities Europe Il team di Jourovski è responsabile di un rigoroso processo di investimento, basato su tecniche di ottimizzazione quantitativa, finalizzato a costruire un portafoglio diversificato con la più bassa volatilità possibile. Inoltre, gli input qualitativi del team sono fondamentali per il successo del fondo. I gestori cercano continuamente di perfezionare la strategia, in modo da ottenere un miglior controllo del rischio. Proprio per queste caratteristiche, il fondo non è adatto a sovraperformare in ogni condizione di mercato e generalmente non eccelle nelle fasi di euforia. Tuttavia, la combinazione di una solida disciplina e dell’attenzione agli investitori ha prodotto ottimi risultati nel tempo. Uni-Global – Equities Europe è nel primo quartile della categoria a 3, 5 e 10 anni (dati a fine marzo 2016) e presenta una minor volatilità e una buona resistenza alle fasi di ribasso.

Azionario Globale
Christopher Hart
, gestore del fondo Robeco BP Global Premium Equities Hart ha dimostrato di essere un abile stock picker. Il suo buon track record è da attribuire soprattutto alla coerenza nella selezione dei titoli, che crea valore a livello settoriale, geografico e di capitalizzazione di mercato. Ha battuto la media di categoria nell’89% dei dodici mesi rolling a partire dal 2008, posizionandosi nei primi decili a tre e cinque anni. I rendimenti corretti per il rischio sono eccellenti e lo stesso Hart investe nel fondo, fattore che contribuisce ad allineare i suoi interessi con quelli dei sottoscrittori.

Obbligazionario Europeo
Michael Krautzberger
, gestore del fondo BGF Euro Bond Al successo contribuiscono diversi fattori, tra cui titoli governativi, cartolarizzazioni, inflation-linked, valute, scelte di duration e posizionamento sulla curva dei rendimenti. La sua determinazione ha permesso di battere la categoria e il benchmark sotto la sua gestione. Il valore aggiunto dalle diverse strategie è frutto della qualità delle idee del team e dell’abilità di Krautzberger nel costruire un portafoglio coerente e con un continuo controllo del rischio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azionario, quali prospettive nel post-Covid?

Small cap europee astri nascenti sui mercati, spinte dal Covid

Azioni europee, l’impatto delle notizie sul vaccino anti-Covid

NEWSLETTER
Iscriviti
X