Oddo Meriten Am riapre le sottoscrizioni a Oddo Haut Rendement 2021

A
A
A
di Finanza Operativa 30 Marzo 2016 | 13:00

Le incertezze dei mercati in apertura d’anno hanno provocato un rialzo generale del premio al rischio sugli attivi comportando, fra l’altro, un sensibile rialzo dei tassi sulle obbligazioni ad alto rendimento (High Yield). Allo scopo di consentire ai potenziali investitori di beneficiare di queste nuove condizioni di mercato, Oddo Meriten Asset Management ha deciso di riaprire le sottoscrizioni del fondo Oddo Haut Rendement 2021. Il nuovo periodo di sottoscrizione è cominciato il 9 marzo 2016 e si concluderà il 15 dicembre 2016.
Oddo Haut Rendement 2021 è un fondo obbligazionario che investe in titoli speculativi ad alto rendimento (High Yield), principalmente europei, con scadenza 31 dicembre 2021.
Al 26 febbraio 2016, il portafoglio investito presentava un tasso di rendimento attuariale al lordo delle spese di gestione del 6,7%, salvo in caso di insolvenza. Per le quote CR EUR il tasso di rendimento attuariale netto era pari al 5,4%, salvo in caso di insolvenza.
Composizione degli investimenti del fondo:
–    87 emittenti in portafoglio (principalmente europei)
–    99,8% del portafoglio investito in High Yield, di cui l’81,9% in obbligazioni con rating B e il 17,8% in obbligazioni con rating BB
–    una sensibilità ai tassi di interesse del 3,2
Il fondo presenta un elevato rischio di credito (insolvenza) e l’evoluzione del suo valore patrimoniale netto non è lineare nel tempo.
«Le obbligazioni con rating B – sottolinea Alain Krief, gestore principale di Oddo Haut Rendement 2021 – rappresentano a nostro avviso una concreta opportunità d’investimento. Poco sensibili alle variazioni dei tassi sovrani, esse rappresentano un rischio di credito puro e dipendono principalmente dal rischio specifico associato all’impresa, a sua volta legato al contesto macro-economico. La crescita mondiale dovrebbe confermarsi intorno al 3% e la politica monetaria della BCE resta particolarmente accomodante. Tale contesto agevola le operazioni di rifinanziamento delle imprese. La scadenza del loro debito è stata pertanto rinviata al 2020/2021/2022, consentendo più flessibilità alle imprese. Peraltro, l’analisi approfondita dei fondamentali di tutti i nostri investimenti ci offre una certa visibilità sui prossimi 18/24 mesi. Il comparto High Yield europeo e in particolare la categoria di rating B appaiono, dalle nostre analisi, interessanti soprattutto in ragione della politica di QE della BCE che dovrebbe consentire di normalizzare i premi al rischio sugli attivi più rischiosi».

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X