Brexit o non Brexit? Ecco gli ultimi sondaggi

A
A
A
di Finanza Operativa 26 Maggio 2016 | 17:00

A cura di IG
L’Istituto di ricerca Survation, ha condotto per conto di IG, azienda leader in servizi e prodotti finanziari per clienti privati, il secondo di una serie di sondaggi relativi all’esito del referendum che si terrà il 23 giugno nel Regno Unito sulla permanenza nell’Unione Europea. Il sondaggio telefonico è stato condotto su un campione di 1013 cittadini maggiorenni residenti nel Regno Unito.
Secondo i dati pubblicati oggi, i consensi di coloro che sono favorevoli alla permanenza nell’Unione europea (“Remain”) si sono attestati al 44% (in calo di un punto percentuale rispetto al primo sondaggio), mentre quelli di coloro che sono favorevoli all’uscita dalla Ue (“Leave”) si sono attestati al 38% (stabile rispetto alla rilevazione precedente). Cresce la percentuale degli indecisi, passata al 18% dal 17% di un mese fa. Escludendo gli indecisi, la percentuale del “Remain” si è attestata al 54% (dal 55% di un mese fa), mentre quella del “Leave” è salita lievemente (al 46% dal 45%).
“Nonostante il lieve incremento degli indecisi, le posizioni a favore della permanenza nella Ue continuano a rimanere saldamente in vantaggio, probabilmente grazie ai moniti lanciati sia dalle autorità britanniche che dalle Istituzioni internazionali sulle pesanti conseguenze che si avrebbero nel caso di una Brexit” hanno dichiarato gli analisti di IG in Italia.
Ricordiamo che da qualche mese IG ha lanciato delle opzioni binarie che permettono di fare trading sul referendum. I prezzi delle opzioni riflettono la probabilità di una vittoria dei SI (UK to vote IN) o dei NO (UK to vote OUT) all’indomani del voto.
“Secondo la nostra opzione binaria, la probabilità di una permanenza all’interno dell’Unione europea sta crescendo rapidamente, a dimostrazione di quanto gli operatori diano più peso ai sondaggi condotti via telefono rispetto a quelli online” dichiara Matt Brief, Head Of Dealing di IG Group. “Le opzioni binarie che abbiamo quotato su eventi politici passati hanno riscosso molto successo, anticipando sempre l’esito dell’evento”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Forex: Sterlina in crisi e non solo per colpa della Brexit

Brexit, continuano le incertezze nonostante l’accordo

Mirabaud AM: il 2021 potrebbe essere un anno brillante per le banche britanniche

NEWSLETTER
Iscriviti
X