Etf, Fullgoal debutta a Piazza Affari con uno strumento sui bond cinesi

A
A
A
di Finanza Operativa 23 Giugno 2016 | 16:00

Fullgoal AM ha quotato sul mercato ETFplus di Borsa Italiana il suo primo Etf a Piazza Affari: il Fullgoal FTSE China Onshore Sovereign and Policy Bank Bond 1-10 Year Index ETF (codice Isin LU1361702365, Ter annuo 0,55%). Si tratta del primo primo emittente indipendente cinese a quotare un Etf in Italia.

Nel dettaglio, L’Etf che debutta ha oggi su ETFplus, ha come sottostante l’indice FTSE China Onshore Sovereign and Policy Bank Bond 1-10 Year. L’Indice è composto da obbligazioni a tasso fisso o zero coupon, denominate in Remimbi (CNY), emesse dal Governo cinese e dalle cosiddette Policy Banks (China Development Bank, Agriculture Development Bank of China ed Export-Import Bank of China). Per essere incluse nell’indice le obbligazioni devono avere scadenza compresa tra uno e dieci anni e outstanding minimo di 20 miliardi di CNY per i titoli governativi e di 10 miliardi di CNY per i titoli emessi dalle Policy Banks.

L’Etf prevede poi la distribuzione di cedole su base trimestrale.
Il mercato del reddito fisso onshore cinese è il terzo maggiore mercato obbligazionario al mondo ha affermato Michael Chow, Responsabile International Business e Managing Director per Fullgoal AM – Il nostro Etf offre agli investitori esteri una via d’accesso a un mercato altrimenti non facilmente accessibile. Riteniamo che nel corso del tempo il reddito fisso in renmimbi diventerà un’asset class essenziale per gli investitori globali”.
“Gli emittenti cinesi – ha poi dichiarato Raffaele Jerusalmi, ad di Borsa Italiana e Director dei Capital Markets del London Stock Exchenge Group – si stanno muovendo per raggiungere gli investitori europei e la scelta del mercato italiano conferma ETFplus come mercato di riferimento a livello internazionale per la quotazione degli ETF. La forte presenza di investitori retail, che rende il mercato italiano molto simile a quello americano, fa sì che l’Italia sia la prima piazza in Europa per numero di contratti scambiati. Sul fronte degli istituzionali, l’industria italiana è leader negli investimenti in ETF sul reddito fisso, che in Italia rappresentano oltre il 40% degli asset investiti in ETF, mentre in Europa si attestano sotto il 30%. Il debutto di oggi è di grande importanza perché ci consente di aggiungere all’offerta disponibile per agli investitori italiani una nuova asset class e le competenze di un asset manager globale con cui Borsa Italiana continuerà a collaborare per uno sviluppo sempre più internazionale del business”.

La quotazione di questo nuovo strumento porta a 726 il numero degli ETF su ETFplus per un totale di 1149 prodotti quotati e 12 emittenti di ETF presenti. Il mercato ha chiuso il mese di maggio 2016 con 49,39 miliardi di euro di masse gestite, che rappresentano una crescita del +3,66% da inizio anno. Inoltre, da inizio anno, ETFplus ha registrato oltre 2,2 milioni di contratti conclusi e 44,75 miliardi di euro di controvalore, confermando il suo storico primato europeo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: ecco come gestire le attuali sfide sui mercati USA

Mercati, bond: primario in ripresa. Le nuove emissioni sotto la lente

Asset allocation: la view di Credit Suisse

NEWSLETTER
Iscriviti
X