Mutuo liquidità e prestito personale: in cosa differiscono?

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 30 Maggio 2016 | 13:00

Il mutuo liquidità rappresenta una sorta di ibrido tra mutuo e prestito personale: ecco cosa sapere

Che cosa si intende per mutuo liquidità e in che cosa si differenzia dal mutuo casa e dal prestito personale? E’ bene fare chiarezza su questa forma di finanziamento molto gettonata  Mutuo liquidità: confronto con i mutui casa

Generalmente chi si rivolge ad una banca per richiedere un mutuo lo fa perché ha in progetto di acquistare una casa: l’istituto chiederà garanzie reddituali (busta paga o pensione) per tutelarsi in caso di insolvenza e, in ogni caso, concederà normalmente al massimo l’80% del valore dell’immobile.  Nei mutui liquidità la situazione è, sotto questo punto di vista, in un certo senso ribaltata: può richiederlo infatti chi possiede un immobile da offrire in garanzia ma ha bisogno di liquidità da investire in un progetto professionale o personale. Trattandosi di mutuo non finalizzato, il cliente non dovrà giustificare alla banca l’utilizzo specifico del capitale richiesto. I progetti finanziabili vanno dall’apertura di un’attività al matrimonio.

Mutuo liquidità e prestiti personali: punti in comune e differenze

Fatta questa premessa ben si comprende perché i mutui liquidità siano invece spesso accostati ai prestiti personali. Tuttavia, trattandosi di due forme di credito diverse, sussistono delle differenze che è bene valutare per scegliere la soluzione più conveniente.

  • Durata e capitale: Non si può stabilire a priori quale sia l’importo massimo finanziabile tramite mutuo liquidità perché esso varia in base alla capacità di rimborso del cliente (storia creditizia, reddito mensile, sussistenza di altri finanziamenti in corso, ecc.) e al valore dell’immobile offerto in garanzia. In genere però un mutuo liquidità consente al cliente di richiedere somme ben più consistenti e per un periodo più lungo rispetto al prestito senza garanzie reali proprio perché la banca ha la garanzia dell’immobile sul quale rifarsi in caso di insolvenza;
  • Tempi di erogazione: in genere quelli per le pratiche dei mutui liquidità sono più lunghi;
  • Interessi: i mutui liquidità hanno interessi mediamente più bassi rispetto ai prestiti (sebbene più alti rispetto ai mutui casa).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Polizze, come tutelare gli acquirenti di immobili in costruzione

Immobili, valore in calo del 10%. Ma quotazioni in ripresa nel 2021

Dove investire in immobili: i settori ora più redditizi

NEWSLETTER
Iscriviti
X