SG: la Brexit premia gli strumenti con il miglior market making e liquidità

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 27 Giugno 2016 | 15:25

La gamma dei certificati a leva fissa di SG, nella sola giornata di venerdì, si è assicurata una quota di mercato dell’88% nel relativo segmento del SeDeX grazie a un controvalore di 68,3 milioni di Euro e a oltre 17.700 contratti. Questi strumenti si dimostrano particolarmente ricercati anche nelle fasi di alta volatilità e la scelta degli investitori, che hanno optato in massa per gli strumenti di Societe Generale (“istituzione a rilevanza sistemica mondiale” secondo il Financial Stability Board”) è da ricondurre alla loro liquidità e alla qualità del market making durante sedute di negoziazione convulse come quella attuale.

SG ha recentemente ampliato la sua gamma di strumenti che già permetteva di investire, con leve fino a 7x, su indici azionari italiani, europei e statunitensi, su tassi di cambio e su future obbligazionari: ora essa ricomprende anche tutte le principali materie prime (Oro, Argento, Petrolio WTI e Gas Naturale). In assoluto, nella giornata della Brexit, i certificati a Leva Fissa più scambiati sono stati quelli di SG sul Ftse Mib con leve +7x, -7x, +5x e -5x (da notare che hanno prevalso le posizioni lunghe rispetto a quelle corte) e, a seguire, DAX +7x, OIL +5x e Gold +5x.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X