Occhi puntati su riunioni Fed e BoJ. Venerdì, esito stress test bancari europei

A
A
A
di Finanza Operativa 26 Luglio 2016 | 17:00

A cura di Alberto Biolzi, Responsabile Advisory di Cassa Lombarda
Questa settimana gli occhi saranno puntati sulle riunioni di politica monetaria della Fed, che si terrà mercoledì 27, e della Bank of Japan. Il mercato si attende una maggiore chiarezza da parte della Banca Centrale statunitense, dopo che le aspettative di rialzo dei tassi per quest’anno sono scese significativamente nel post-Brexit.
Peraltro, secondo alcuni analisti, prima di fornire nuove indicazioni, la Fed potrebbe aspettare il simposio di Jackson Hole, che ogni anno riunisce nella località montana del Wyoming, negli Stati Uniti, i banchieri centrali di tutto il mondo, assieme a ministri dell’Economia, accademici e alcuni dei massimi esponenti della finanza mondiale.
Le Banche Centrali sono in un dilemma a causa della capacità di reazione finora mostrata dai mercati finanziari mondiali. Sul fronte macro, invece, si attendono diversi dati di Pil del secondo trimestre (Europa, Regno Unito, Stati Uniti e Canada), oltreché il tasso di disoccupazione in Germania, gli ordini di beni durevoli e la fiducia dei consumatori negli Stati Uniti.
Questa sarà la settimana più attiva sul fronte delle trimestrali con conseguente maggiore visibilità sull’andamento degli utili aziendali (finora in parte sotto pressione). Venerdì 29 luglio alle 22:00 si conoscerà l’esito degli stress test bancari europei, con un particolare focus su banche italiane (Monte dei Paschi di Siena) e nordiche (per l’esposizione al settore marittimo). È probabile che il governo italiano e la Commissione Europea presentino a seguito degli stress test un piano coordinato per la ristrutturazione del sistema bancario italiano. Il bail-in degli investitori privati potrebbe essere moderato da un intervento pubblico.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Forex: Sterlina in crisi e non solo per colpa della Brexit

Asset allocation, obbligazioni: le differenze che occorre considerare

Banche e dividendi: ora la palla passa alla Bce

NEWSLETTER
Iscriviti
X