Cosa può far scattare un rialzo dei tassi a lungo termine?

A
A
A
di Finanza Operativa 28 Luglio 2016 | 10:30

Standard Life Investments, asset manager globale, valuta le prospettive dei tassi di interesse a lungo termine, alla luce di alcune tendenze strutturali preoccupanti amplificate dal risultato del referendum del Regno Unito sull’adesione all’UE. Nel Global Outlook di luglio Jeremy Lawson, Capo Economista di Standard Life Investments, espone la sua convinzione, secondo cui per consentire all’economia globale di uscire da un periodo prolungato di crescita, inflazione e tassi d’interesse ridotti, i governi dovrebbero intraprendere un percorso di riforme strutturali e di spesa, così come un nuovo ciclo di allentamento monetario.
Jeremy Lawson ha commentato: “Le condizioni monetarie accomodanti hanno avuto successo nel limitare lo stress dei mercati finanziari, ma non sono state sufficienti a innescare un aumento degli investimenti privati ​​o a persuadere i governi a lanciare programmi di investimento nelle infrastrutture su larga scala. Riteniamo che sia necessario far sì che gli investitori diventino consapevoli che la crescita e l’inflazione si muoveranno significativamente verso l’alto, e che i mercati e le economie siano diventati meno dipendenti dai bassi tassi d’interesse”.
Lawson ha così riassunto la questione: “Ciò di cui il mondo ha bisogno è un allentamento coordinato della politica fiscale e monetaria per mezzo di ampie riforme strutturali ideate per riportare la crescita della produttività a livelli conformi alla media storica. Gli economisti raccomandano misure di questo tipo da molto tempo, ma i governi devono ancora recepire il messaggio. Possiamo solo sperare che la crescita globale non deceleri eccessivamente prima che le pressioni politiche costringano i policy maker ad ascoltare”.
Qui il GLOBAL OUTLOOK JULY 2016

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X