I flussi turistici dell’estate 2016

A
A
A
di Finanza Operativa 28 Luglio 2016 | 13:30

Con circa 7.500 km di coste, un mare blu e un clima temperato, l’Italia resta uno dei paesi migliori dove trascorrere le vacanze. Nel trimestre Aprile-Maggio-Giugno, i dati di Global Blue, società leader di mercato per i servizi Tax Free Shopping, confermano quanto il Bel Paese sia una delle mete estive predilette dai globe shopper, perché in grado di coniugare luoghi incantevoli, cultura e, ovviamente, shopping. Acqua cristallina e spiagge bianche fanno della Sardegna la regione italiana prediletta dai viaggiatori internazionali con un incremento delle vendite tax free pari al 42% rispetto al medesimo trimestre del 2015. Lo shopping fra Alghero, Porto Cervo e Cagliari ha visto un aumento a doppia cifra anche dello scontrino medio: +78% rispetto al 2015 (1.096 euro).
Nel trimestre Aprile-Giugno i dati Global Blue evidenziano un boom di turisti australiani, che hanno trainato lo shopping soprattutto in Versilia (+159%) e lungo la Riviera Romagnola (+92%). I viaggiatori ucraini hanno preferito fare acquisti in Liguria e in Sicilia, mentre la Costiera Amalfitana è stata scelta dai turisti di Hong Kong, che hanno fatto registrare un buon incremento delle vendite tax free (+39%) e un’impennata dello scontrino medio: +94% rispetto al 2015.
LIGURIA. Quest’estate in Liguria si parla ucraino. Secondo i dati Global Blue, infatti, questa nazionalità ha trainato in maniera considerevole le vendite tax free, che nel periodo Aprile-Giugno hanno registrato un +163% rispetto al trimestre 2015. Anche se in misura minore, anche i viaggiatori turchi hanno iniziato ad apprezzare lo shopping in questa regione (+26%), infatti appartiene a questa nazionalità l’incremento più elevato dello scontrino medio: +76% rispetto al 2015 (940 euro). Nei carruggi i turisti extra Ue hanno acquistato principalmente abbigliamento e accessori (88%) con uno scontrino medio pari a 692 euro. La Liguria continua ad essere una meta amata anche dai turisti russi, americani e cinesi, che, sul totale delle vendite tax free, pesano rispettivamente il 20%, il 14% e il 13%.
RIVIERA ROMAGNOLA. L’allegria e la rinomata cordialità dei romagnoli hanno conquistato i turisti australiani, che non amano solo il mare, ma anche fare shopping. Sulla base dei dati Global Blue nel trimestre Aprile-Giugno le vendite tax free, infatti, sono aumentate del 92% rispetto al 2015 con uno scontrino medio di 544 euro (+140%). La Riviera Romagnola è amata anche dagli americani che crescono a doppia e terza cifra sia in termini di acquisti: +87% sia di scontrino medio: +104%. I capi più fashion del momento rappresentano sempre il desiderio più ambito (+79%), ma rispetto al 2015 è la categoria merceologica Orologi e Gioielli a far segnare l’incremento maggiore pari a +52% e uno scontrino medio di 1.894 nettamente sopra la cifra media di 479 e del 90% superiore rispetto al trimestre 2015. Nel periodo Aprile-Giugno i Russi restano i turisti top-spender (75%).
VERSILIA. In Versilia l’estate 2016 è all’insegna dei turisti di Hong Kong, che amano fare shopping fra i viali alberati di Forte dei Marmi e Viareggio. Sulla base dei dati Global Blue le vendite tax free hanno registrato un incremento a tre cifre: 334% rispetto al 2015. Anche lo scontrino medio non è da meno: +270% sul 2015 con un valore di 5.434 Euro rispetto ad una media di 1.264 Euro. I turisti dell’ex Unione Sovietica restano in vetta alla classifica in fatto di acquisti tax free (33%), ma il litorale toscano sembra aver conquistato anche i globe shopper australiani: +159% le vendite – rispetto alle rilevazioni dell’anno precedente- e una spesa media di 1.901 (+45%). L’abbigliamento e gli accessori si confermano al primo posto nella lista dei desideri, anche se in leggera flessione rispetto al 2015 (-22%), in controtendenza gli Orologi e i Gioielli che hanno registrato un +6%.
COSTIERA AMALFITANA. Si regaleranno un giro alla Grotta Azzurra i turisti di Hong Kong, che trascorreranno in
Costiera Amalfitana la stagione estiva. I dati Global Blue nel trimestre Aprile-Giugno evidenziano un incremento del 39% delle vendite tax free da parte di questa nazionalità, che è seguita dai globe shopper svizzeri (+31%) e da quelli australiani (+24%). La Costiera continua ad essere meta di shopping prediletta dagli americani (35%), nazionalità che nel trimestre evidenzia una leggera flessione negli acquisti tax free (-3%) rispetto al 2015. La prima posizione in fatto di scontrino medio va ad Hong Kong: +94% sul 2015 e un valore pari a 2.120 euro rispetto alla media di 855 euro. Anche i turisti svizzeri superano il valore della ricevuta media con 914 euro e un incremento rispetto al trimestre del 2015 pari al 35%. Fra Positano, Amalfi e Sorrento i globe shopper amano acquistare tutto quanto riguarda abbigliamento e accessori (79%), ma non mancano coloro che apprezzano anche orologi e gioielli (19%).
SARDEGNA. La Sardegna resta una delle mete predilette per le vacanze estive. Il suo mare cristallino e le spiagge bianche conquistano i turisti anche in questo 2016. Dai dati Global Blue emerge che le vendite tax free sono aumentate del 42% rispetto al trimestre 2015, con un incremento a tre cifre nella categoria merceologica Orologi e Gioielli: +278%. Abbigliamento e accessori seguono il trend positivo sia in fatto di vendite: +59% sia di scontrino medio registrato: +70%. In termini di nazionalità sono i viaggiatori russi i più amanti dello shopping (27%), ma sono quelli tailandesi a far registrare il maggior incremento rispetto al 2015 in fatto di acquisti tax free: +216%, seguiti da quelli di Taiwan: + 200% e in terza posizione gli americani: +170%. Anche il valore di crescita dello scontrino medio registra percentuali di crescita significative, con la Thailandia a +216% e l’Australia a +179%.
SICILIA. Cinesi (22%) e Russi (16%) si confermano le due nazionalità top spender, ma anche i turisti ucraini iniziano ad apprezzare il mare e il cibo siciliano. Nel periodo Aprile-Giugno i dati Global Blue evidenziano infatti come le vendite tax free siano state guidate da questa nazionalità, che ha fatto registrare un +126% rispetto al trimestre di riferimento del 2015. Anche i turisti thailandesi hanno deciso di fare una tappa in questa regione e sicuramente faranno shopping dato che nel trimestre concluso a giugno hanno già incrementato i loro acquisti del 53% rispetto allo scorso anno. Lo scontrino medio che ha subito il maggior incremento è made in Thailandia (+90%) e ha un valore di 1.823. L’abbigliamento e gli accessori restano i desideri più acquistati (75%), ma anche gli orologi e i gioielli iniziano ad essere particolarmente apprezzati registrando un incremento delle vendite del 9% rispetto al 2015.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, qualche consiglio per un’estate serena

Asset allocation: una strategia per non finire nel pallone

Ferie estive: Vienna off-limits se non siete turisti tedeschi

NEWSLETTER
Iscriviti
X