Poste Italiane al test della resistenza dinamica

A
A
A
di Finanza Operativa 4 Agosto 2016 | 10:00

In scia alla diffusione dei risultati semestrali (in media migliori dei consensus) Poste Italiane ha beneficiato di un rimbalzo tecnico dal supporto dinamico di medio periodo. Un movimento che ha spinto il titolo prima a incrociare al rialzo la media mobile a 21 giorni al momento passante per 6,15 euro e a riportarsi a ridosso della trendline discendente di breve periodo dalla metà dello scorso giugno blocca i tentativi di recupero.

Un ostacolo, quello rappresentato da questa resistenza dinamica, che ha buone chance tecniche di essere oltrepassato, vista l’ancora ampia distanza dalla zona di ipercomprato e gli incoraggianti segnali rialzisti. In quest’ottica i prossimi obiettivi sono individuabili a 6,40 euro in prima battuta e, successivamente, 6,535, dove il 24 giugno era stato aperto un gap al ribasso. Ancora oltre, i corsi potrebbero poi allungare il passo fino al test della trendline discendente di medio-lungo periodo che attualmente transita per quota 6,90. Stop loss da posizionare all’eventuale ritorno del titolo sotto 6 euro.  Infine, è bene ricordare che alla quotazione attuale il rendimento del dividendo di Piste Italiane è pari al 5,36 per centoG.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Poste italiane grafico tecnico

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Poste Italiane: un nuovo modello di consulenza e il trimestre vola

Poste Italiane, il futuro si tinge di consulenza finanziaria

Assicurazioni in Poste, si parte con Unipol e Generali

NEWSLETTER
Iscriviti
X