UNRAE: +20% per le immatricolazioni ad agosto

A
A
A
di Finanza Operativa 2 Settembre 2016 | 16:00

La pausa estiva fa bene al mercato dell’auto che, dopo il rallentamento registrato nel mese di luglio, sembra riprendersi con un tonico +20,1%, figlio anche di un giorno lavorativo in più. Riprende di conseguenza, la crescita del cumulato, senza alibi sulle giornate lavorative che nei due anni coincidono. Lo comunica UNRAE, diffondendo i dati sul mercato delle autovetture relativi al mese di agosto.

Secondo i dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, agosto si chiude con un  immatricolato di 71.576 auto, in crescita del 20,1% rispetto alle 59.587 unità dello stesso mese dello scorso anno, con circa 12.000 immatricolazioni in più. Gli otto mesi cumulati segnano una crescita del 17,4% e 1.251.806 auto vendute rispetto alle 1.066.454 dello stesso periodo del 2015.

Dall’analisi delle vendite emerge un buon incremento a doppia cifra in agosto per tutti i canali di vendita. I privati crescono del 18,5%, fermandosi al 67,4% del totale e portando il cumulato ad un +17,7%, con una quota che si conferma al 62% del mercato. Più dinamico il noleggio che continua a crescere, segnando nel mese un +24% (13,1% di quota), in particolare grazie all’andamento del breve termine con un sostanzioso +58,7%. Buono anche il trend del lungo temine, al +18% in volume. Negli 8 mesi cumulati il noleggio si mantiene in crescita del 14,2%, al 21,5% del totale. Anche le società segnano un incremento in volume del 23,5% in agosto, raggiungendo il 19,5% di quota e crescendo nel cumulato del 22%, al 16,5% del totale.

Prosegue la crescita di benzina e diesel, con tassi di incremento in volume superiori al 20% per entrambi, sfiorando rispettivamente il 59% di quota per il diesel e il 30,7% per la benzina, oltre alle ibride che in agosto hanno segnato un +80,2%. L’andamento di flessione, invece, caratterizza anche il mese di agosto per il GPL (-4,8%) e per il metano, in forte calo (-43,4%).

Dall’analisi per segmento si conferma un trend di crescita per tutti in agosto, ma va rilevato come, mentre per i segmenti medi e superiori l’aumento è molto forte per C ed E e addirittura superiore al 50% per il D, i segmenti di ingresso registrano incrementi più contenuti: +6% per le utilitarie e +14,4% per le city car . Ottimo andamento nel mese anche per tutte le carrozzerie, in particolare per i crossover ed i fuoristrada, ad eccezione dei monovolume.

Anche le aree geografiche del Paese registrano tutte incrementi dei volumi a doppia cifra, con rappresentatività più o meno stabili, ad eccezione della riduzione di quasi mezzo punto di quota per l’Italia meridionale.

Per concludere l’analisi del mercato, in agosto i trasferimenti di proprietà al lordo delle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) hanno segnato anch’essi un buon incremento pari al 16,4%, grazie alle 271.586 vetture trasferite, rispetto alle 233.338 del 2015. Nel cumulato la crescita è del 6,4% con 3.110.542 unità, che si confrontano con le 2.924.144 del gennaio-agosto 2015.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Immatricolazioni auto, arriva la 26^ crescita consecutiva

NEWSLETTER
Iscriviti
X