Lo Smi abbandona area 8.300 punti. Superato ieri il secondo target al ribasso

A
A
A
di Finanza Operativa 17 Agosto 2016 | 09:30

Come ipotizzato martedì, la candela doji disegnata dal future sullo Smi scadenza settembre ha messo un fermo all’uptrend del paniere. E infatti ieri il derivato ha disegnato un’ampia candela nera che ha riportato i corsi in direzione di 8.200 punti. In dettaglio, dopo un avvio a 8.254 e un top a 8.263, il future è ridisceso fino a 8.202 punti, chiudendo infine a quota 8.205 punti. Ritornando di conseguenza verso la ex resistenza dinamica superata lo scorso 9 agosto. La violazione di 8.260 ha così consentito di raggiungere il secondo target ribassista a quota 8.220 (il terzo era a 8.200 punti). Resta sempre aperto il sempre lontano gap down lasciato il 29 giugno tra 7.780 (top del 28) e 7.795 (minimo del 29). Nel frattempo lo Stocastico veloce ha abbandonato l’area di ipercomprato, mentre la media mobile a 21 passa ora a 8.166 punti.
La tenuta di area 8.200 sarebbe un segnale importante di forza e consentirebbe spazi di recupero verso Continua a leggere su FinanzaOperativa.ch.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Svizzera: per Swatch è finito il tempo di essere tra i big dello Smi

Mercati, la Svizzera festeggia gli Europei con un nuovo top a Zurigo. Gli Etf a Piazza Affari

Mercati, Borsa svizzera ancora in rally. Tutti gli Etf a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X