Il Fib scivola sotto al supporto dinamico di medio termine. I prossimi target

A
A
A
di Finanza Operativa 19 Agosto 2016 | 17:30

La violazione, in rapida sequenza, della media mobile a 50 sedute a 16.500 punti e in particolare del supporto dinamico ascendente di medio termine a quota 16.380 potrebbe anticipare l’inizio di un importante downtrend per il Fib, il future sull’indice Ftse Mib.
E a meno che i corsi non trovino un valido sostegno una volta arrivati al test della soglia tecnica e psicologicca dei 16.000 punti, per ilderivato non si intravedono significative probabilità di recupero in ottica di breve periodo.

Operativamente, sotto quota 16.000 i target successivi diventerebbero 15.760 prima, la zona compresa tra 15.400 e 15.340 in seguito e ancora a ridosso del minimo di fine giugno in area 15.000 punti.
Per contro, l’eventuale rimbalzo da quota 16.000 favorirebbe unritorno del Fib a 16.300 prima, 16.500 poi e ancora in zona 16.800/16.850.       G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo
Fib

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, non tutte le correzioni vengono per nuocere

Mercati, fa capolino la possibilità di una correzione estiva

Investitori attenzione: una correzione forse vi sommergerà

NEWSLETTER
Iscriviti
X