Cspp, cambiano le regole del gioco per le obbligazioni societarie in euro

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 23 Agosto 2016 | 16:00

A cura di Amundi AM

Effetto persistente sui mercati del credito in euro. Le ricerche empiriche di questi ultimi anni dimostrano che l’annuncio di un nuovo programma di acquisti di attività ha un impatto imme-diato sui prezzi e tende a integrare gran parte delle conseguenze positive derivanti dalla successiva implementazione delle misure di QE, soprattutto quando i mercati vengono colti di sorpresa come nel caso del Corporate Sector Purchase Programme (CSPP). L’an-nuncio di questo programma a marzo ha causato una compressione rapida degli spread del credito, ma la comunicazione della BCE e gli acquisti veri e propri hanno aumentato la pressione ribassista in un contesto ancora più incerto. La Brexit può essere considerata come il primo “banco di prova” del programma. Per ora il CSPP è riuscito a impedire l’abituale ampliamento degli spread e ha creato una decorrelazione rispetto agli indicatori dell’avversione al rischio come la volatilità implicita delle azioni

…grazie ad alcune delle sue caratteristiche:

  • flessibilità: la BCE, invece di indicare dei volumi mensili o settimanali predefiniti, ha mantenuto la massima flessibilità nella gestione degli acquisti di attività a seconda dell’evoluzione dei mercati, delle tendenze dell’offerta dei titoli e delle variazioni dell’avversione al rischio.
  • dimensioni: i volumi acquistati hanno superato le attese della maggior parte degli operatori.
  • ampiezza: l’inclusione nel programma degli emittenti con rating investment grade ha favorito i segmenti di elevata qualità del debito HY. Inoltre, nel CSPP, sono stati inseriti alcuni titoli finanziari (per esempio il debito delle assicurazioni).
  • profondità: pubblicando questi dati, la BCE ha voluto illustrare come nelle prime settimane del programma gli acquisti siano stati ripartiti su varie tipologie di obbligazioni che coprono una rosa molto ampia di settori, segmenti, Paesi e rating.

Il CSPP ha conseguito i principali obiettivi in meno di due mesi Il grafico sottostante illustra la natura estremamente flessibile del CSPP. Durante la settimana che ha preceduto la Brexit e quella in cui si è tenuto il referendum, la BCE ha aumentato il volume degli acquisti, arrivando a ben 530 milioni di euro durante la settimana del referendum allo scopo di attenuare le conseguenze negative sui mercati del credito. Successivamente, l’entità degli interventi è stata minore, con una media di acquisti giornalieri attorno ai 250 milioni durante la seconda settimana di agosto. Il recente rallentamento rispetto alle settimane precedenti può essere tuttavia attribuito ai volumi più ridotti di nuove emissioni sul mercato primario e alla minor liquidità sui mercati secondari. Al tempo stesso, e nonostante i volumi più contenuti, la BCE ha continuato a inserire altre tipologie di obbligazioni e ad aumentare il numero di emittenti presenti in portafoglio, che ora contiene quasi 550 obbligazioni (emesse da quasi 170 emittenti) per un totale di 16,2 miliardi, appartenenti a tutti i rating IG, i segmenti della curva, i settori e i Paesi disponibili.

Le obbligazioni stanno diventano sempre più costose, ma il CSPP dovrebbe favorire il proseguimento o addirittura il rafforzamento della caccia al rendimento. Nonostante un premio di rendimento delle obbligazioni corporate rispetto ai bund privi di rischio ancora superiore a quello dei minimi storici, una percentuale significativa di corporate bond è entrata per la prima volta in territorio negativo. Mentre stiamo scrivendo, circa il 16% delle obbligazioni corporate IG in euro che possono entrare a far parte del CSPP offre un rendimento negativo, mentre il 53% offre un rendimento molto vicino allo zero. La combinazione di tassi negativi e di spread molto bassi è particolarmente evidente nei segmenti con una duration breve, mentre le obbligazioni HY sono rimaste forse l’unico segmento a offrire ancora rendimento. Grazie all’ultima decisione della BoE di “unirsi al club” delle banche centrali che acquistano obbligazioni societarie, è probabile che la caccia al rendimento si sposti su altri segmenti e sulle obbligazioni societarie denominate in altre valute. In un futuro non troppo remoto, il debito finanziario in euro e le obbligazioni IG denominate in USD diventeranno i nuovi obiettivi potenziali di coloro che sono a caccia di rendimento.

Cspp acquisti settimanali bond

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

PayPal pronto ad abilitare la compravendita e lo shopping crypto

Bce, all’orizzonte un nuovo piano di acquisto di bond?

Anche gli Etf entrano nella “lista della spesa” della Fed

NEWSLETTER
Iscriviti
X