Il Fib rialza la testa. Ma per un trend duraturo occorrono ulteriori conferme

A
A
A
di Finanza Operativa 14 Ottobre 2016 | 17:30

Il Fib, il future sull’indice Ftse Mib, inverte rotta, torna a salire e archivia come un falso segnale ribassista quello generato nella precedente seduta. Nel dettaglio, nell’ultima giornata di contrattazioni della settimana, i corsi hanno nuovamente incrociato al rialzo a quota 16.325 la media mobile a 21 sedute e oltrepassato a 16.540 la resistenza dinamica discendente di medio-lungo periodo.

Un movimento che per proseguire necessita tuttavia di ulteriore conferme. A cominciare dal superamento a quota 16.600 punti della resistenza statica di breve termine. Un ostacolo solo al di là del quale il derivato avrebbe la strada spianata per proseguire nell’uptrend con primi obiettivi a 16.965 inizialmente, 17.115 poi e ancora in area 17.400.

Per contro, l’eventuale cedimento di 16.325 riporterebbe le quotazioni in prima battuta al test del supporto di breve a 16.135 e in seguito al di sotto della soglia tecnica e psicologica dei 16.000 punti con target ultimo della correzione in zona 15.700.     G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

fib

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, il petrolio torna a infiammarsi. Tutti gli Etc a Piazza Affari

Mercati, il Ftse Mib torna a correre mostrando però il fiatone

Mercati: Fib all’attacco del top di giugno. Dax in controtendenza

NEWSLETTER
Iscriviti
X