Obbligazioni e cambiali finanziarie,distribuzione diretta su ExtraMot ed ExtraMot Pro

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 24 Ottobre 2016 | 11:55

Da oggi sarà possibile, per le società emittenti, distribuire direttamente le obbligazioni e le cambiali finanziarie attraverso la piattaforma tecnologica del mercato sin dalla fase di collocamento. ExtraMOT diventa in questo modo il primo MTF in Italia a mettere a disposizione la propria tecnologia per la distribuzione degli strumenti finanziari.

Il servizio consente di rendere efficiente l’intero processo di emissione, compresa la fase di regolamento, grazie alla completa integrazione con i sistemi di settlement. La nuova modalità permette inoltre di assolvere ai requisiti di ammissione alla successiva quotazione sin dal momento dell’offerta, garantendo continuità tra primario e secondario.

Per facilitare la distribuzione di tali strumenti finanziari, viene introdotta una fase di mercato durante la quale l’emittente, direttamente o per tramite di un soggetto da esso incaricato, distribuisce gli strumenti finanziari oggetto di futura emissione.

Pietro Poletto, Responsabile dei mercati obbligazionari di Borsa Italiana, ha commentato: “Questa novità conferma la finalità strategica della piattaforma. La distribuzione diretta, ormai parte integrante del collocamento del BTP Italia e di altre emissioni corporate sul MOT, consente infatti alle società di accedere ad un network sempre più vasto di intermediari connessi al mercato, allargando in questo modo la base dei propri interlocutori finanziari. Abbiamo attivato l’innovativa modalità di distribuzione diretta all’intero MTF per consentire agli intermediari il recepimento immediato e tempestivo della Raccomandazione Consob sulla distribuzione degli strumenti finanziari tramite una sede di negoziazione multilaterale”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Rame in iperventuto tecnico. Gli Etc a Piazza Affari per puntare su un recupero

NEWSLETTER
Iscriviti
X