Smi sotto 7.900 punti. Raggiunto ieri il terzo target al ribasso

A
A
A
di Finanza Operativa 27 Ottobre 2016 | 09:30

Ennesima candela nera consecutiva (la quarta) ieri per il future sullo Smi scadenza dicembre che prosegue la discesa allontanandosi dai recenti minimi di periodo. In dettaglio, dopo un avvio a 7.898 e un top a 7.910, il derivato è ridisceso fino a 7.848 punti, chiudendo infine a 7.877 punti. La violazione di 7.900 ha così fatto scattare gli short e portato al raggiungimento del terzo target a 7.850 punti. Il derivato quindi ha violato l’area supportiva di area 7.900 punti. Anche se la forma della candela lascia intravedere la possibilità di un rimbalzo dei corsi. Nel frattempo lo Stocastico è già in ipervenduto, mentre la media mobile a 21 passa ora a 8.076 punti e continua a lavorare da resistenza.
Dal punto di vista tecnico, lo scenario resta quindi debole. Solo il recupero di 7.900 sarebbe un primo segnale di recupero e consentirebbe spazi di recupero verso Continua a leggere su FinanzaOperativa.ch.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Svizzera: per Swatch è finito il tempo di essere tra i big dello Smi

Mercati, la Svizzera festeggia gli Europei con un nuovo top a Zurigo. Gli Etf a Piazza Affari

Mercati, Borsa svizzera ancora in rally. Tutti gli Etf a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X