Opa di Indra su Tecnocom

A
A
A
di Finanza Operativa 1 Dicembre 2016 | 14:45

Indra, una delle principali società di consulenza e tecnologia a livello mondiale, ha annunciato che lancerà un’offerta pubblica per l’acquisto di azioni per il 100% del capitale di Tecnocom. Indra ha raggiunto accordi  irrevocabili con gli azionisti di Tecnocom che controllano il 52,7% del capitale. Fernando Abril-Martorell, il Presidente di Indra, ha affermato che: “L’operazione è sostenuta da solide fondamenta strategiche ed industriali. Le importanti sinergie annuali comporteranno, dal 2017, un miglioramento a due cifre per i benefici per azione di Indra (esclusi i costi di ristrutturazione). Con Tecnocom, creeremo la società leader in Spagna nell’Information Technology. L’integrazione di Tecnocom, una società con un’evoluzione altamente positiva e complementare con Indra, rafforzerà il nostro posizionamento nei mercati chiave con forte potenziale di crescita nel settore dell’Information Technology e in altri settori. L’operazione migliorerà il nostro operational leverage” e la portata delle nostre operazioni, grazie all’alto potenziale di incremento del cross-selling”.
Creazione di valore. L’operazione ha un elevato potenziale, quello di creare valore per l’azionista di Indra, in quanto si basa su un solido senso industriale e su sinergie annuali stimate in oltre 40 milioni di euro. Tutto questo si tradurrà, dal 2017, in un miglioramento a due cifre nel beneficio per azione di Indra, esclusi i costi di ristrutturazione.
Senso industriale e strategico. Con quest’operazione Indra rafforza la sua leva operativa nel business dell’Information Technology, soprattutto nel settore dei servizi finanziari – un mercato in cui si prevede una forte crescita nelle soluzioni ad alto valore aggiunto – e in altri settori ad alto potenziale. Inoltre, l’operazione è completamente in linea con la strategia di Indra per rafforzare l’offerta di soluzioni proprietarie e di trasformazione digitale. Questo è particolarmente rilevante per quello che riguarda le soluzioni dei Sistemi di Pagamento, sia in Spagna che in America Latina.
D’altra parte, Tecnocom ha una base di grandi clienti, altamente complementare a quella di Indra. Per Indra questo rappresenta un alto potenziale di aumento del cross-selling e di incremento delle vendite ai clienti attuali. Inoltre, consente sia l’ulteriore consolidamento dei grandi clienti sia l’ingresso in nuovi, del settore dei Servizi Finanziari e in altri mercati, in Spagna e in America Latina. Inoltre, l’operazione consentirà ad Indra di aumentare la propria esposizione nel settore privato.
Culture simili e integrazione del talento. Un altro vantaggio dell’operazione è basato sul fatto che entrambe le società hanno culture molto simili, il che faciliterà il processo di integrazione e l’inserimento di un team molto complementare all’interno di Indra. Indra valorizza l’esperienza del team di management e dei professionisti di Tecnocom e collaborerà con loro nell’integrazione della società. Indra prevede che il management di Tecnocom diventerà parte integrante del team di Indra. In Indra i dipendenti di Tecnocom potranno beneficiare di un importante insieme di opportunità di crescita professionale sia in Spagna che nei mercati internazionali e in un’ampia gamma di settori.
L’unione delle due società. Tecnocom è una società spagnola di consulenza e IT, con presenza in Spagna, Portogallo e America Latina, presente in nove Paesi e con oltre 6.500 professionisti (l’80% in Spagna). Ha un forte posizionamento commerciale in business disruptive come i Sistemi di Pagamento (il 90% degli istituti finanziari spagnoli sono clienti di Tecnocom) e un’importante presenza nelle banche locali in America Latina e in outsourcing. L’unione delle due società – considerando i dati pre-sinergici degli ultimi dodici mesi a settembre 2016 – si tradurrebbe in una compagnia con un fatturato di 3.147 milioni di euro, un EBITDA ricorrente di 243 milioni di euro (margine EBITDA del 7,7%) e un EBIT ricorrente di 165 milioni di euro (margine EBIT del 5,2%).
L’offerta. Indra pagherà 4,25 euro per azione di Tecnocom, il che rappresenta un premium del 12% rispetto al prezzo di chiusura del 28 novembre 2016 e un premium del 28% rispetto al prezzo medio ponderato degli ultimi tre mesi di quotazione. L’operazione sarà attuata attraverso un’offerta combinata di contanti (60%) e di azioni di Indra (40%) del valore di 9,8461 euro. Questo rappresenta 2,55 euro in contanti e 0,1727 in azioni di Indra per ogni azione di Tecnocom. L’OPA valuta il 100% del capitale di Tecnocom in 305 milioni di euro, escluse le azioni proprie. Questo rappresenta un multiplo di Enterprise Value / EBIT stimato per il 2017 (prima delle sinergie) di 14,3 volte e un estimated Enterprise Value / EBIT post-synergies per il 2017 di 5,2 volte (multipli basati sulle stime degli analisti inclusi nel consenso del mercato di Bloomberg).
L’operazione è condizionata: dall’approvazione delle autorità della concorrenza, dall’accettazione di un minimo del 50,01% del capitale di Tecnocom (esclusi gli accordi irrevocabili firmati da azionisti che rappresentano il 52,7% di Tecnocom), dall’accettazione di un minimo del 70,0% del capitale sociale complessivo e dall’approvazione dell’aumento di capitale relativo alla transazione da parte della Giunta Generale di Azionisti di Indra. La chiusura della transazione è prevista per il secondo trimestre del 2017.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ecco il primo prestito aziendale su tecnologia blockchain al mondo

Da Minsait il nuovo tool di prodotti per il “finance”

NEWSLETTER
Iscriviti
X