Fib prossimo all’ipervenduto. Ma è ancora presto per un’inversione

A
A
A
di Finanza Operativa 4 Novembre 2016 | 17:30

Sesta candela nera consecutiva per il Fib, il future sull’indice Ftse Mib, che anche nell’ultima seduta della settimana ha proseguito nella discesa che ha spinto i corsi fino a un minimo intraday di 16.140 punti. Certo, ormai l’ipervenduto tecnico è vicino, così come il supporto statico (e soglia psicologica) dei 16.000 punti. Ma pronosticare una prossima, inversione rialzista è alquanto prematuro. Almeno fino a quando il derivato non riuscirà a tornare al di sopra della resistenza dei 16.500 punti, livello oltre il quale i successivi target diventerebbero quota 16.675 prima e 17.000 in seguito.

Per contro, nell’ipotesi in cui anche quota 16.000 non si dovesse dimostrare un valido punto d’appoggio, per il future si profilerebbe un’ulteriore caduta verso 15.855 in prima battuta e poi verso l’area compresa tra i 15.500 e i 15.330 punti.    G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo
fib

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: un lento recupero per Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future

Mercati: Fib, Dax, Euro Stoxx avanti con massima cautela

Mercati: Fib, Dax, EuroStoxx 50 future confermano il recupero

NEWSLETTER
Iscriviti
X