Exor al test della resistenza statica di medio-lungo termine

A
A
A
di Finanza Operativa 14 Dicembre 2016 | 12:30

Exor appare graficamente inserito in un canale rialzista di medio-lungo periodo iniziato nella seconda metà di febbraio e che, di recente, ha spinto i corsi oltre la resistenza statica, anch’essa di medio-lungo termine, posta a 40 euro. Un’ascesa che ha buone chance per proseguire, visto l’increemnto degli scambi e il fatto che tutti i principali indicatori e oscillatori tecnici non sono ancora entrati in territorio di ipercomprato.

In quest’ottica, al rialzo, i prossimi obiettivi sono individuabili in prima battuta nell’area compresa tra i 41,90 e i 43,15 euro e in seguito a quota 44,20, dove a novembre 2015 era stato aperto un gap ribassista. Essenziale però posizionare uno stop loss a quota 38,20, dove al momento transita la media mobile a 21 giorni al di sotto della quale si profilerebbe una correzione verso la zona a ridosso dei 37 euro.   G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

exor

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future restano in stand-by

Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future al test della medie mobili

Mercati, Ftse Mib: ecco i livelli cruciali da tener d’occhio

NEWSLETTER
Iscriviti
X