Il Fib prova a rialzare la testa. Ma il quadro di fondo resta ribassista

A
A
A
di Finanza Operativa 17 Novembre 2016 | 17:31

Il Fib, il future sull’indice Ftse Mib ha interrotto con la seduta appena archiviata la sequenza di candele nere (cinque consecutive in tutto). Tuttavia, il quado di fondo resta impostato al ribasso. E tale resterà fino a quando i corsi non saranno in grado di oltrepassare in area 16.610 la media mobile a 50 giorni attualmente coincidente con la resistenza dinamica di breve termine.

Operativamente, oltre questo ostacolo i successivi target diventerebbero prima quota 16.825, dove transita la media mobile a 21 giorni, e in seguito la soglia tecnica e psicologica dei 17.000 punti. Per contro, l’eventuale cedimento di 16.295, minimo intraday di oggi, favorirebbe una nuova discesa prima verso 16.140 (minimo dello scorso 4 novembre) e in seguito a 15.855 (minimo del 30 settembre).        G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo
fib

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fib, Dax ed Euro Stoxx 50: oggi il rollover sul contratto di settembre

Mercati: Fib ancora in trading range, Dax ed Euro Stoxx 50 riprendono fiato

Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 riprendono fiato

NEWSLETTER
Iscriviti
X