Stime Ocse, l’Italia crescerà dello 0,9% nel 2017

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 30 Novembre 2016 | 10:00

a cura di OCSE

L’economia crescerà dello 0,9% nel 2017 e dell’1% nel 2018. Nonostante l’aumento dell’occupazione, i consmi privati si sono indeboliti a causa dell’aumento delle incertezze e dell’aggravarsi della sfiducia dei consumatori. La dinaminca delle erogazioni di prestiti bancari resta inibita dai NPL e dalle prospettive incerte di ripresa. Le esportazioni sono invece danneggiate dalla scarsa crescita dei mercati di riferimento italiani e dalle tensioni geopolitiche.

Le condizioni di politica monetaria accomodante nell’area euro supportano la modesta ripresa. Il budget 2017 sarà un sostegno appropropriato, oltre all’ulteriore allentamento fiscale che si assume verrà attuato nel 2018. Nondimeno, i bassi tassi di interesse lasceranno il deficit di bilancio invariato. Il governo sta facendo progressi nelle riforme strutturali, tra cui le politiche del lavoro, della pubblica amministrazione e del sistema scolastico. La riforma costituzionale soggetta a referendum potrebbe essere un ulteriore step su questa strada, migliorando la gestione politica ed economica.

Dal 2012 il pagamento di interessi annuali è sceso di oltre 15 miliardi di euro (circa l’1% del Pil). Le autorità dovrebbero utilizzare questo margine per aumentare investimenti pubblici e attuare programmi mirati a combattere la povertà e aumentare la partecipazione al mercato del lavoro, soprattutto tra donne e giovani, e per incoraggiare l’innovazione.
clicca qui per il report completo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Pil, nessuna crescita per l’Italia nel 2019. Parola di Ocse

Allarme Ocse: l’Italia non cresce e il debito aumenta

Italia, Ocse all’attacco del reddito di cittadinanza

NEWSLETTER
Iscriviti
X