Debito globale e il New Neutral

A
A
A
di Finanza Operativa 3 Maggio 2018 | 12:30

A cura di Pimco

Nel 2014, Pimco ha sviluppato il concetto di New Neutral come framework secolare per i tassi di interesse.

Dopo la crisi finanziaria, l’economia globale è entrata in un nuovo regime in cui i tassi di equilibrio necessari per assicurare un trend di crescita e un’inflazione target sono di molto inferiori rispetto ai loro livelli storici.

Nicola Mai, Responsabile della ricerca sul credito sovrano in Europa di Pimco, ritiene che il New Neutral rimanga un riferimento valido nel medio termine per i tassi di interesse.

I fattori chiave dei bassi tassi di equilibrio – comprese le tendenze demografiche e l’alto livello di leva finanziaria nell’economia globale – non sono sostanzialmente cambiati dalla crisi finanziaria.
Secondo Mai, il debito complessivo ha continuato a crescere a livello globale, con un aumento particolarmente pronunciato dei mercati emergenti. Una parziale sicurezza è che i rapporti di servizio del debito nei mercati sviluppati sono diminuiti.
Secondo l’esperto di Pimco, la sostenibilità del debito dipende da bassi livelli di servizio del debito, che a loro volta si basano su tassi di interesse persistentemente bassi.

Questo limiterà gli sforzi della banca centrale per normalizzare i tassi e continuare a fornire supporto alla visione New Neutral di Pimco.

In conclusione, la persistenza di The New Neutral ha importanti implicazioni. I rendimenti dei Treasury statunitensi e del Bund tedesco possono essere volatili durante il ciclo economico ma, in un mondo New Neutral, le valutazioni di duration rimarranno probabilmente ancorate.

Ciò, secondo Mai, suggerisce un rialzo limitato sui rendimenti del Tesoro che precedono questi livelli.

Report completo qui: https://www.pimco.com/en-us/insights/viewpoints/in-depth/global-debt-and-the-new-neutral/

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Le implicazioni dell’esplosione del debito globale su titoli di Stato e corporate bond

NEWSLETTER
Iscriviti
X