Analisi tecnica: studio multi-timeframe sull’indice Dax

A
A
A
di Finanza Operativa 10 Agosto 2015 | 14:00

A cura di Francesco Maggioni

Il grafico settimanale del Dax e’ al momento il grafico piu’ chiaro tra tutti i timeframe: testimonia una chiara volonta’ dell’indice di cominicare un nuovo movimento rialzista. A conferma di cio’ si puo’ anche notare un ampio testa e spalla rialzista, con la neckline a 11.800 punti future che, se violata decisamente (attenzione ai falsi segnali), potrebbe portare l’indice tedesco fino alla ragguardevole soglia dei 13.000 punti. Sono conscio che si tratta di un target ambizioso e al momento non ci e’ dato di sapere fino a dove l’indice potra’ arrivare. E’ comunque una eventualita’ da tenere a mente.
Il mio personale conteggio delle onde di Elliott lo trovare sul grafico.

Grafico settimanale

Dax grafico 1

Osservando invece il solo movimento di prezzo, si puo’ vedere come l’indice e’ inserito in un ampio movimento laterale dal mese di marzo, e solo una uscita decisa da questo canale orizzontale ci potra’ dare indicazioni preziose su che direzione l’indice vuole prendere.

A conforto della visione rialzista e’ anche la candela di inversion (da ribassista a rialzista) di due settimane fa, una hammer, mentre la candela dell’ultima settimana e’ una candela di continuazione dell’attuale trend (rialzista).
Bisogna comunque essere preparati a vedere il Dax rompere la neckline a 11.800 punti e poi invertire la rotta verso l’alto. Quindi prepararsi alla presenza di falsi segnali, che complice il mese vacanziero, sono molto piu frequenti del solito.
E se mi sbagliassi? Tutta la struttura rialzista (Piano A) verra’ invalidata solo alla rottura del minimo dell’8 luglio, a 10.650 punti. E’ un livello lontano al momento ma sicuramente da tenere a mente. Anche la rottura del minimo del 29 luglio, a 11.315 punti future sara’ un evento da tenere in grande considerazione (Piano B) e indichera’ che la struttura rialzista sta quantomeno perdendo momentum.
Grafico giornaliero
Dax grafico 2

Il grafico giornaliero e’ un po’ piu complicate da leggere, almeno da un paio di settimane a questa parte in quanto si e’ mosso in movimenti erratici di difficile lettura. Quasi come un motore ingolfato, che solo una volta pulito, inizia a girare con vigore (le candele di espansione da mercoledi in poi). Personalmente mi aspettavo delle candele di espansione, ma i movimenti precedenti sono stati talmente erratici che mi hanno buttato fuori ad ogni tentativo.

Usando la tecnica delle onde di Elliott, se il minimo dell’8 luglio e’, come potrebbe essere, il minimo di onda 4, il seguente movimento rialzista e’ un movimento impulsivo di 5 onde, che sara’ anche la onda finale, ed al momento dovremmo trovarci all’interno di onda 3 di 5. Se cosi fosse, sarebbe lecito aspettarsi dei movimenti ampi e forti, al rialzo. Probabilmente questo avverra’ una volta rotto la resistenza degli 11.800 punti. Al momento della stesura di questo report l’indice tedesco e’ in una fase correttiva di breve e le ultime due candele giornaliere testimoniano questa situazione, oltre a far presagire una continuazione di questa breve debolezza.
Un livello che sembra stia fungendo da magnete per il Dax e’ il livello di 11.350 punti future (linea arancione) che ha funzionato sia come supporto che come resistenza. Quindi mi aspetto che l’indice arrivi almeno a questo livello, prima di riprendere il suo movimento rialzista.
Non solo, il livello di 11.350 punti sembra sia anche il valore centrale del canale in cui l’indice e’ inserito.
E se mi sbagliassi? Come per il grafico settimanale la rottura del minimo dell’8 luglio minera’ decisamente tutta l’impostazione rialzista, ma primi segnali preoccupanti si potranno anche avere alla rottura del minimo del 27 luglio, ovvero 11.029 punti.
Grafico a 120 minuti
Dax grafico 3

Da questo grafico si puo’ chiaramente vedere come il ritracciamento attualmente in atto sia ancora troppo piccolo per considerarsi concluso.

Se consideriamo il movimento partito dai minimi come un movimento impulsivo, allora dovremmo aspettarci di assistere alla regola dell’alternanza di Elliott, che vuole che se onda 2 e’ poco profonda, la successiva onda correttiva, onda 4, sara’ invece molto profonda (alternanza).
Inoltre il livello trovato sul grafico giornaliero a 11.350 punti corrisponde al 50% di ritracciamento del precedente movimento rialzista, e sempre in quel punto passa anche la media mobile a 200 periodi. Il 61,8% e’ a 11.276 punti.
Per concludere: mi aspetto che il Dax si indebolisca ancora, almeno fino a 11.350 punti future (largo circa) prima di riprendere il suo cammino verso valori piu alti. Possibili target rialzisti sono 12.000 punti ed il piu ambizioso, 13.000 punti.
E se mi sbagliassi? Un livello chiave in questo grafico e’ l’area tra 11.130 e 11.260 punti, che se violata, darebbe indicazioni che la struttura rialzista sia compromessa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Dax di nuovo sopra 10.900

NEWSLETTER
Iscriviti
X