Il Fib chiude a 22.000 punti. Raggiunto il primo target ribassista

A
A
A
di Finanza Operativa 31 Agosto 2015 | 17:44

Avvio di settimana caratterizzato da una candela nera per il Fib. Il future sul Ftse Mib ha infatti iniziato la seduta a 22010 ma, dopo una discesa a segnare il minimo di giornata a 21.770 punti, ha iniziato un’ascesa che si è conclusa a 22.115 punti. QUindi una nuova fase di flessione che ha riportato i corsi al di sotto della soglia dei 22.000 punti. Con la violazione di 21.950 punti è stato così ampiamente superato il primo obiettivo ribassista indicato venerdì a 21.850/20 punti, mentre su successivo rialzo non sono scattati i long, previsti oltre 22.120 punti. Stocastico veloce che si sta riportando sui massimi di oscillazione e debolezza (seconda candela nera consecutiva) lasciano ritenere una fase di flessione. Con il superamento di 22.040 punti, primi target a 22.120, quindi a 22.260/70 e 22.400, quindi 22.580/600 e 22.800/20 punti. Per contro il ritorno al di sotto di 21.820 riaprirebbe spazi di flessione in direzione di 21.720, 21.640 e 21.500 punti.  M.M.
fib3108

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Fib, Dax ed Euro Stoxx future: prossima fermata sui top di agosto

Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future continuano nel lento recupero

Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx future provano a recuperare terreno

NEWSLETTER
Iscriviti
X