SocGen quota due nuovi certificati sull’energia

A
A
A
di Finanza Operativa 9 Settembre 2015 | 14:30

Societe Generale ha quotato lo scorso 4 settembre sull’EuroTLX due nuovi certificati che, con strutture e sottostanti differenti, permettono di prendere posizione sul settore relativo alle commodity: il primo è legato all’andamento dei prezzi dell’oro e del petrolio, mentre il secondo ha come sottostanti di riferimento due titoli azionari del comparto energetico: Enel e Snam.

Di seguito le caratteristiche di ciascun certificato:

Apollon on Gold and Oil

Il certificato ha come sottostanti le materie prime “oro” e “petrolio” attraverso l’esposizione sia al valore dell’oro sia al valore dell’indice Standard&Poor Crude Oil. Il certificato ha una durata di un anno (data di scadenza: 01/08/2016), e si caratterizza per la possibilità di estinzione anticipata automatica; a scadenza, presenta poi un meccanismo di protezione condizionale dell’investimento. Al termine di ogni trimestre, se il valore di chiusura di entrambi i sottostanti è superiore o uguale al 100% del loro valore iniziale, il certificato riconosce il valore nominale maggiorato del premio del 5,20% moltiplicato per il numero di trimestri trascorsi e si estingue in anticipo. Se, invece, il valore di uno o entrambi i sottostanti risulta inferiore a quello iniziale, il certificato prosegue la sua vita.

Se il certificato non si estingue in anticipo, a scadenza si possono verificare tre scenari:

–       se il valore di chiusura di entrambi i sottostanti è maggiore o uguale al 100% del loro valore iniziale, l’investitore riceve il 120,80% del valore nominale;

–       se il valore di chiusura di almeno un sottostante è inferiore al 100% del suo valore iniziale ma il valore di chiusura di entrambi i sottostanti è maggiore o uguale al 70%, scatta il meccanismo di protezione e l’investitore riceve il 100% del valore nominale;

–       se il valore di chiusura di almeno uno dei sottostanti è inferiore al 70% del suo valore iniziale, l’investitore riceve un importo pari al valore nominale moltiplicato per il rapporto tra il valore di chiusura alla data di valutazione finale del sottostante che ha registrato la peggior performance ed il suo valore iniziale.

Il livello degli strike (valori iniziali) dei due sottostanti è rappresentato dal valore di chiusura delle due commodity il 27/07/2015: 1080,80 per l’oro, 232,3424 per il petrolio.

Il prodotto presuppone una visione rialzista dei valori delle due materie prime, oro e petrolio (crude oil).

Phoenix Memory on Enel e Snam

Il certificato ha una durata di tre anni (scadenza 17/08/2018), prevede premi trimestrali condizionali con effetto memoria per i premi non distribuiti. Come lo strumento precedente, questo prodotto prevede la possibilità di estinzione anticipata automatica e, a scadenza, un meccanismo di protezione condizionale dell’investimento.

Al termine di ogni trimestre:

–       se il prezzo di riferimento delle due azioni è superiore o uguale al 100% del loro valore iniziale, il certificato riconosce il valore nominale maggiorato del premio del 2,15% con l’eventuale effetto memoria e si estingue in anticipo. L’effetto memoria consente di recuperare i premi non pagati in alcuni trimestri qualora la condizione di pagamento del premio si verifichi in un determinato semestre;

–       se il prezzo di riferimento di una delle azioni è inferiore al 100% del loro valore iniziale ma entrambi i prezzi di riferimento delle azioni sono superiori o uguali al 65% del loro valore iniziale, il certificato ‘stacca’ un premio pari al 2,15% con effetto memoria;

–       se il prezzo di riferimento di una delle azioni è inferiore alla soglia del 65% del valore iniziale, il certificato non riconosce il premio, che viene però memorizzato per essere eventualmente distribuito al successivo momento di valutazione trimestrale.

Se il certificato arriva a scadenza, si possono verificare tre scenari:

–       se il prezzo di riferimento delle due azioni è maggiore o uguale al 100% del loro valore iniziale, l’investitore riceve il 100% del valore nominale maggiorato del premio con effetto memoria;

–       se il prezzo di riferimento delle due azioni è superiore o uguale al 65% del loro valore iniziale, l’investitore si avvantaggia del meccanismo di protezione del prodotto e riceve una liquidazione pari al valore nominale;

–       se una delle azioni, invece, presenta un prezzo di riferimento inferiore al 65% del valore iniziale, l’investitore riceve un importo pari al valore nominale moltiplicato per il rapporto tra il prezzo di riferimento alla data di valutazione finale dell’azione che ha registrato la peggior performance ed il suo valore iniziale.

Il livello degli strike (valori iniziali) considerati è il prezzo di riferimento delle azioni il 10/08/2015 e sono pari a 4,3960 per l’azione Enel e 4,5620 per l’azione Snam.

Il prodotto presuppone una visione moderatamente rialzista o ribassista dell’andamento del prezzo delle azioni Enel e Snam.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X