La copertura dei rischi nella filiera agroalimentare

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 15 Settembre 2015 | 09:00

“La modernizzazione dell’agricoltura italiana passa anche dalla finanza“. E’ quanto ha affermato Carlo Citroni, presidente del Consorzio Agrario Nord Est, durante l’incontro che si svolto all’Expo di Milano “La copertura dei rischi nella filiera agroalimentare”, organizzato da Academy, la scuola di formazione del gruppo London Stock Exchange e da Agrex, il segmento del mercato Idem di Borsa Italiana dedicato alla quotazione dei derivati su commodity agricole, in collaborazione con Directa Sim.

“Se stiamo vivendo una fase di alta volatilità dei mercati azionari – ha dichiarato Luca Barillaro, trader indipendente e docente Academy del gruppo London Stock Exchange – questo rappresenta una condizione normale per il mercato dei cereali, e in particolare per quello del grano duro (la materia prima utilizzata per la pasta) la cui volatilità media è pressochè doppia rispetto all’equity. Essenziale quindi per coltivatori, molitori e trasformatori di questa commodity coprirsi con strumenti quotati su listini ufficiali e garantiti (come quelli di Borsa Italiana) dalle forti oscillazioni dei prezzi”.

Al momento le scadenze del future sul grano duro quotate all’Agrex e disponibili attraverso la piattaforma di Directa sono cinque: Dicembre 2015, Marzo 2016, Maggio 2016, Settembre 2016 e Dicembre 2016.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Grano duro, in Italia offerta in calo del 30%. Future in ascesa all’Agrex

NEWSLETTER
Iscriviti
X