Obbligazioni, al via il nuovo benchmark a 15 anni Btpei

A
A
A
di Finanza Operativa 8 Ottobre 2015 | 09:13

Nonostante un mercato oggi volatile e non brillantissimo, il Tesoro italiano ha affrontato il collocamento via sindacato del nuovo Btp a 15 anni indicizzato all’inflazione della zona euro, appena il giorno dopo aver annunciato il conferimento del mandato alle banche per la gestione dell’operazione. L’emissione, con scadenza 15 settembre 2032, avrà un importo di 3,5 miliardi di euro, a fronte di un libro ordini chiuso con richieste superiori ai 9,3 miliardi.

Secondo quanto riferito dai lead manager del collocamento, il bond verrà prezzato a 35 punti base sopra il rendimento del Btpei settembre 2026; una prima indicazione di rendimento era stata fornita stamane a ‘high’ 30 pb, poi abbassata tra 35 e 37 pb. Il pricing è atteso in giornata.

La strategist di Intesa Sanpaolo Chiara Manenti ha affermato che il nuovo Btpeifornirà agli investitori un benchmark a 15 anni meno datato rispetto al Btpei settembre 2026, che tratta ben al di sopra della pari, e andrà ad aumentare la liquidità sull’area 15 anni della curva dei rendimenti reali italiani”.

L’operazione è gestita da Banca Imi, Bnp Paribas, Citigroup, Ing e Nomura.

 
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, da SG sette nuovi benchmark su indici azionari a Piazza Affari

Fondi, quanti battono il benchmark?

Morningstar: “I fondi i bilanciati non battono il benchmark”

NEWSLETTER
Iscriviti
X