EuroStoxx50 atteso al superamento di 3.270 punti

A
A
A
di Finanza Operativa 19 Ottobre 2015 | 08:50

A cura di Corrado Cantore
La scorsa settimana si sono viste variazioni complessive dei mercati azionari europei pressoché trascurabili rispetto le quotazioni di una settimana fa; meritevole di attenzione è viceversa alla crescita del mercato americano di circa lo 0,8% che ha contribuito ad una crescita degli indici generali M.S.C.I. di circa lo 0,6%.
Pur in presenza di variazioni relativamente contenute a livello generale dei diversi mercati, specie se poste a confronto con la dinamica della precedente settimana, non di meno sono assai importanti le informazioni che ci ha dato l’indice SP 500 il quale ha sviluppato un Pull Back rialzista sul livello di 1990 punti individuato la scorsa settimana e verificato con elevato rigore a metà settimana.
Possiamo ora prendere atto del fatto di come la rigorosa formazione del Pull Back rialzista osservata sull’indice SP 500 si rifletta anche sulla situazione dell’indice M.S.C.I. Word in dollari ma al momento non ha interessato i mercati azionari europei i cui indici più importanti (M.S.C.I. Europe e Stoxx 600) si trovano sui massimi registrati dal 25 di Agosto senza averli tuttavia al momento superati.
Un aspetto molto importante nella lettura del quadro intermarket dei mercati azionari riguarda la dinamica del mercato azionario cinese dell’indice Shanghai Composite il quale ha raggiunto l’importante livello di 3400 punti che costituisce una sorta di spartiacque tra la prospettiva di un nuovo importante rialzo del mercato cinese, che indicativamente da 3400 punti in caso di suo superamento potrebbe puntare a una rivisitazione del livello di 4.000 punti, più 17,5% o non piuttosto assistere ad un arresto della crescita del mercato cinese sui livelli attuali e questo evento potrebbe trasferire effetti frenanti sui diversi mercati azionari occidentali.
Cina-27
Credo che la rappresentazione del mercato americano da parte dell’indice Wilshire 5000 sia molto efficace in questo momento per via del perfetto rigoroso rispetto di livelli di ritracciamento commisurati sulla onda di riferimento indicata in rosso.
Wilshire-22
In conclusione ritengo proprio che la dinamica del mercato azionario cinese potrà indicarci in settimana se il mercato americano potrà proseguire nella sua crescita e se in questo contesto anche mercato azionario europeo saprà seguirlo al rialzo. Il netto superamento del livello di 3270 punti dell’Indice Eurostoxx 50 nel pomeriggio di lunedì 19 a mercati azionari americani aperti e con mercato cinese chiuso , potrà leggersi come un importante segnale in questa direzione.
Per quanto evidente queste sono le prime impressioni che si leggono sul fronte del quadro intermarket le quali potranno modificarsi nel corso della formulazione delle previsioni vere e proprie che saranno riportate nella redazione del TK’s Sentiment Outlook settimanale in via di preparazione nel quale cercherò anche di dire qualcosa in merito al DEF presentato (senza adeguato supporto numerico) dal Governo in settimana.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: il caso Cina e le opportunità rimaste

Etf, da KraneShares uno strumento per investire sugli unicorni cinesi

Asset allocation, Cina e India: outlook positivi ma con le dovute differenze

NEWSLETTER
Iscriviti
X