Cyber security sempre più vitale per gli stati. Ecco i titoli per approfittarne

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 9 Dicembre 2015 | 14:30

La guerra che gli Stati Uniti temono veramente non è tanto quella con l’Isis o i vari focolai in giro per il mondo. Ma gli attacchi informatici che possono venire da Cina, Russia e Corea del Nord. I virus informatici creati da hacker russi di recente ne sono una conferma, e l’attacco alla Sony (quando il gruppo giapponese voleva mandare alle sale cinematografiche una docu fiction parodistica della dittatura nord coreana) è stato solo una prova generale. Quindi che fare? Molte società – soprattutto statunitensi – sono in prima linea nella guerra informatica che si sta svolgendo sulla rete. E il governo americano, ma non solo quello, canalizzeranno sempre più risorse verso questa difesa oscura e silenziosa, ma altrettanto importante e vitale.
Ma è possibile avvantaggiarsi di questo crescente interesse e importanza del settore? Sì, perchè in Borsa ci sono diverse società quotate che hanno come core business proprio la cyber security. Una prima è Palo Alto Networks, società californiana che realizza firewall e controlli identificativi degli utenti e capitalizza oltre 15 miliardi di dollari. Una seconda è FireEye: quotata al Nasdaq vale oltre 7 miliardi di dollari. Poi Fortinet (8 miliardi $), Cyber Ark Software (2 mld $) e Infoblox (1,3 mld $).
Infine, per chi non volesse comprare singole azioni ma avere al tempo stesso una posizione diversificata sul settore, è disponibile un Etf, il PureFunds ISE Cyber Security ETF. Con asset totali di 1,4 milairdi di dollari, da inizio anno ha già guadagnato oltre il 15 per cento. Ma molti di questi titoli, secondo alcuni esperti, potrebbero moltiplicare per 10 il proprio valore.  Max Malandra

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X